Imu 2020, è confermata la data del 16 giugno per l’acconto

E’ confermata per martedì 16 giugno 2020 la scadenza dell’acconto Imu 2020. Nella versione definitiva del Dl Rilancio, pubblicata ieri sulla Gazzetta Ufficiale, si ribadisce quanto era già venuto fuori nella prima bozza del decreto. Sono esentate dal pagamento della prima rata le strutture adibite ad attività turistiche, a condizione che i possessori degli immobili siano anche gestori delle attività. E la scadenza della prima rata Imu 2020 resta fissata per il 16 giugno.

“E’ prevista l’abolizione- si legge nel Dl Rilancio- del versamento della prima rata dell’IMU, quota-Stato e quota-Comune, in scadenza alla data del 16 giugno 2020 per i possessori di immobili classificati nella categoria catastale D/2, vale a dire alberghi e pensioni, a condizione che i possessori degli stessi siano anche gestori delle attività ivi svolte. La norma prevede la stessa agevolazione per gli stabilimenti balneari, marittimi, lacuali e fluviali”.