Spid, 1 milione di iscrizioni negli ultimi 2 mesi

Dall’inizio dell’emergenza epidemiologica sono raddoppiate le iscrizioni a SPID, il sistema pubblico di identità digitale che permette di accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione con le stesse credenziali. Grazie a SPID, i cittadini hanno a disposizione un’unica username e un’unica password- e quindi una sola identità digitale- utilizzabile da pc, tablet e smartphone.

Nei mesi di marzo e aprile 2020 è stato registrato un milione di attivazioni di account SPID. Ovvero lo stesso numero di iscrizioni di tutto il 2019. Gli utenti iscritti al sistema sono attualmente 6,5 milioni. Il boom delle iscrizioni degli ultimi due mesi è legato proprio all’emergenza Covid- 19. SPID è il modo migliore e più rapido per ottenere i bonus e gli incentivi previsti dal Governo.

“Nel periodo emergenziale- fanno sapere dall’Agenzia per l’Italia Digitale-, a causa delle chiusure forzate di molti uffici ed aziende, dei divieti di riunione e delle limitazioni agli spostamenti, o in genere di inopportunità di contatti ravvicinati per il disbrigo di pratiche, SPID si presenta più utile del solito. E non solo perché è il modo più facile per accedere agli incentivi del governo a cittadini ed imprese.

Ma anche perché rappresenta in toto quella pubblica amministrazione che vorremmo, soprattutto per facilitare la ripresa economica: meno burocratica e “cartacea” possibile; in grado di usare gli strumenti digitali per ridurre i costi propri e quelli delle aziende”.

Ma quali sono i vantaggi emersi soprattutto nelle ultime settimane?

“Il primo e più evidente aspetto- spiega l’Agid- è stato l’accesso al sito dell’INPS necessario per richiedere le agevolazioni “bonus baby sitter” e “bonus 600 euro“ per lavoratori autonomi. Nonostante l’introduzione (temporanea) di un “pin semplificato” valido per le richieste da parte di chi non si fosse registrato precedentemente al sito INPS, moltissimi aventi diritto si sono trovati con vecchie credenziali con pin dimenticato o smarrito.

Non va poi dimenticato che i commercialisti, tipica figura professionale di supporto a professionisti e imprese, non sono abilitati alla presentazione di queste domande. Soltanto i patronati, la cui platea di riferimento solitamente è costituita da pensionati, possono intervenire sull’argomento in qualità di unici intermediari autorizzati”.

SPID ha risolto facilmente i problemi di accesso al sito dell’INPS permettendo la tempestiva richiesta dei sussidi agli aventi diritto, offrendo anche la possibilità di correggere la domanda a coloro che avevano commesso degli errori nell’indicazione dell’IBAN o della categoria di appartenenza”.

Un’altra possibilità per gli iscritti SPID è quello di utilizzarlo per richiedere l’accesso alla Centrale Rischi della Banca d’Italia, in modo da verificare l’assenza di posizioni finanziarie segnalate in sofferenza prima del 29 febbraio 2020. Una condizione prevista dal Decreto Liquidità per poter accedere ai finanziamenti garantiti. “Siamo infatti a conoscenza di casi nei quali l’Istituto Bancario non ha concesso il finanziamento sino a 25.000 euro, garantito al 100% dal Fondo Centrale di Garanzia, in presenza di preesistenti sofferenze conclamate nei confronti del sistema bancario”, sottolineano da Agid.

SPID funziona anche come modalità di autenticazione per la richiesta di dispositivi di firma digitale.

Il sistema pubblico di identità digitale si sta rivelando prezioso, quindi. “Menomale- spiega l’Agid- che la PA è diventata più digitale negli ultimi anni: chissà come avremmo fatto in tempi di epidemia a gestire le pratiche in forma cartacea, via raccomandata, e senza strumenti digitali di verifica dei requisiti”.

Spid ha il vantaggio di essere uno strumento unico di accesso a tanti servizi, peraltro gratuito. E’ molto più semplice attivare solo Spid piuttosto che dotarsi di tanti Pin.

Per ottenere le credenziali SPID ci si può rivolgere ad uno degli identity provider. Si tratta di Aruba, Infocert, Intesa, Namirial, Poste, Register, Sielte, Tim o Lepida. Questi soggetti (detti appunto identity provider) offrono diverse modalità per richiedere e ottenere SPID- E’ possibile scegliere quella più adatta alle proprie esigenze. Tutte le informazioni su dove e come chiedere le tue credenziali SPID sono sul sito spid.gov.it/richiedi-spid.