CALCOLOIUC2016, NOTEVOLE SUCCESSO AL COMUNE DI ALESSANDRIA

“Il software- spiega Gabriele Marostegan, funzionario del servizio Tributi del Comune piemontese- viene utilizzato sul portale da moltissimi contribuenti che si complimentano per il servizio offerto. Ed i contribuenti anziani che non hanno dimestichezza con il web si recano presso i nostri sportelli per farsi fare rapidamente il calcolo degli importi di Imu e Tasi. Siamo molto soddisfatti del software che è ricco di informazioni e rimanda subito al portale del Mef. E siamo altrettanto soddisfatti del fatto che, quando abbiamo rilevato la necessità di effettuare qualche integrazione, ci è stata fornita in tempi brevissimi”. In questi giorni, molti proprietari di immobili chiedono spiegazioni ai funzionari sull’acconto del 16 giugno prossimo. “Tra le nuove norme, la più ostica per i contribuenti- riprende Marostegan- è quella che riguarda i comodati. Molti ci chiedono di sapere se hanno i requisiti per ottenere la riduzione del 50% della base imponibile”. Nel 2015, il Comune piemontese ha ricevuto circa 31000 versamenti per la Tasi sull’abitazione principale. Mentre per l’Imu sulle altre abitazioni erano circa 21000. Per i terreni agricoli, i pagamenti effettuati un anno fa sono 5600. “I fabbricati di tipo D- prosegue Marostegan- sono 740 e quelli rurali sono 425. Il ristoro ottenuto recentemente per l’abolizione della Tasi è inferiore al gettito effettivo”. I cittadini che vogliono ottenere il conteggio di Imu e Tasi dal Comune possono recarsi dal lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 12, muniti di visure catastali aggiornate, presso gli uffici ICI/IMU del servizio Tributi a Piazza Giovanni XXIII, n.6.