Ultime notizie

DA OGGI L'F24 SI PAGA DIRETTAMENTE SUL SITO DEL COMUNE DI MILANO

DA OGGI L'F24 SI PAGA DIRETTAMENTE SUL SITO DEL COMUNE DI MILANO

17 Novembre 2017

Il pagamento online del saldo Imu e Tasi 2017 sul portale del Comune di Milano, semplicemente con l'utilizzo di...

IMU E TASI 2017, IL SALDO SI PAGA ENTRO IL 18 DICEMBRE

IMU E TASI 2017, IL SALDO SI PAGA ENTRO IL 18 DICEMBRE

17 Novembre 2017

E' prevista per il prossimo 18 dicembre la scadenza della seconda rata di IMU e TASI 2017. Lo rende...

IL COMMISSARIO PER L'ITALIA DIGITALE DIEGO PIACENTINI: “GALLARATE COMUNE VIRTUOSO PER GLI SCONTI A CHI USA PAGOPA”

IL COMMISSARIO PER L'ITALIA DIGITALE DIEGO PIACENTINI: “GALLARATE COMUNE VIRTUOSO PER GLI SCONTI A CHI USA PAGOPA”

07 Novembre 2017

Le transazioni con PagoPA hanno superato la quota dei 4 milioni. Lo ha annunciato Diego Piacentini, commissario straordinario per...

L’IMU NON VA PAGATA PER I FABBRICATI COLLABENTI PRIVI DI RENDITA

L’IMU NON VA PAGATA PER I FABBRICATI COLLABENTI PRIVI DI RENDITA

30 Ottobre 2017

I fabbricati collabenti, iscritti in catasto nella categoria F2, senza attribuzione di rendita, non sono soggetti al pagamento dell’Imu...

Notizie

Prosegue il percorso intrapreso dall’Agenzia per l’Italia Digitale verso la definizione di servizi online sempre più semplici e orientati alle esigenze dei cittadini. “Da oggi- si legge in una nota dell'Agenzia- sono online su design.italia.it le linee guida di design per Regioni e Comuni, con l’obiettivo di definire standard di usabilità condivisi da tutta la pubblica amministrazione.

I contribuenti napoletani hanno la possibilità di calcolare in anticipo l'importo della Tari 2016, ancora prima dell'arrivo degli avvisi di pagamento. Ed anche di conoscere- qualora ne abbiano ancora bisogno- quello degli anni compresi tra il 2013 e il 2015.

La scadenza per l’inserimento da parte dei Comuni dei dati sulle certificazioni dei rimborsi ai cittadini, nel Portale del federalismo fiscale, è stata rimandata dal 27 giugno 2016 al 30 gennaio 2017. Lo rende noto la Direzione Legislazione Tributaria e Federalismo Fiscale del Dipartimento delle Finanze.

Al Comune di San Giovanni Rotondo, in provincia di Foggia, più della metà dei contribuenti utilizza LINKMATE. Un vero e proprio primato. “Su 11000 contribuenti- spiega Michele Merlino, responsabile Entrate del Comune- in totale sono circa 6000 quelli che usufruiscono del software.

Gli oggetti imponibili di Imu e Tasi non coincidono perfettamente. L'Imu è dovuta per i fabbricati, le aree fabbricabili e per i terreni agricoli non condotti da coltivatori professionali, mentre la disciplina Tasi esclude dall'imposizione i terreni agricoli e le abitazioni principali non di lusso. Per il calcolo della base imponibile di Imu e Tasi, invece, le regole sono identiche.

I contribuenti che non hanno ancora pagato IMU e TASI 2016- o hanno pagato solo in parte- possono usufruire del ravvedimento. Dal 1° gennaio scorso, sono previste sanzioni più lievi per i ritardatari. Con il ravvedimento spontaneo, per i ritardi fino a 14 giorni- cosiddetto “ravvedimento sprint”- si applica da quest'anno la sanzione giornaliera dello 0,1%, anziché dello 0,2%, come avveniva fino al 31 dicembre 2015.

Per gli immobili concessi in locazione a canone concordato è prevista, da quest'anno, una riduzione del 25% della base imponibile di Imu e Tasi. La riduzione riguarda gli immobili locati a canone concordato, secondo la legge 431 del 1998.

Se avete dimenticato di effettuare il versamento di Imu e Tasi entro il 16 giugno scorso, potete rimediare subito utilizzando il servizio web CALCOLOIUC2016. Dal 17 giugno è disponibile la funzione ravvedimento che sarà applicata in automatico sul calcolo dell’importo dell’acconto, semplicemente cliccando sull’apposita casella.

A poche ore dalla scadenza dell'acconto Imu e Tasi 2016, le nuove norme sui comodati meritano un ulteriore approfondimento. Le regole introdotte dalla legge di Stabilità presentano alcune incognite, soprattutto per l'incrocio con le norme fissate dai Comuni. La riduzione del 50% della base imponibile è prevista per le abitazioni “non di lusso” che vengono concesse in comodato gratuito a figli o genitori.

Per giovedì 16 giugno è prevista la scadenza della prima rata di Imu e Tasi 2016. Ancora poche ore a disposizione dei contribuenti, dunque, per effettuare il versamento. Per tutti i contribuenti è a disposizione il servizio web CALCOLOIUC2016, lo strumento che consente di effettuare in pochi secondi il calcolo dell'importo dell'acconto e di stampare l'F24. L'acconto Imu dovrà essere versato da tutti i titolari di fabbricati ed aree edificabili.

Entro giovedì 16 giugno i contribuenti dovranno versare la prima rata di Imu e Tasi 2016. Gli stessi contribuenti, però, saranno esentati dal versamento della Tasi sull'abitazione principale, fatta eccezione per le 73 mila abitazioni che il Catasto considera “di lusso” e che corrispondono alle categorie A/1, A/8 e A/9. L'esenzione dal pagamento della Tasi riguarderà anche alcune case “assimilate” alle abitazioni principali.

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.