Ultime notizie

VERONA, I SERVIZI SCOLASTICI SI PAGANO ANCHE CON LO SMARTPHONE

VERONA, I SERVIZI SCOLASTICI SI PAGANO ANCHE CON LO SMARTPHONE

10 Novembre 2018

I contribuenti veronesi possono pagare anche con lo smartphone la mensa e il trasporto scolastico, grazie ai servizi SPID...

SIRACUSA, SU LINKMATE ISTANZA DI RIMBORSO TARI PER I CONTRIBUENTI

SIRACUSA, SU LINKMATE ISTANZA DI RIMBORSO TARI PER I CONTRIBUENTI

08 Novembre 2018

I contribuenti siracusani che hanno diritto al rimborso per un errato calcolo della Tari potranno presentare l’istanza su LINKmate....

IL VICESINDACO DI RIPALIMOSANI: “CON LINKMATE E PAGOPA TUTTO PIU’ FACILE PER I CITTADINI”

IL VICESINDACO DI RIPALIMOSANI: “CON LINKMATE E PAGOPA TUTTO PIU’ FACILE PER I CITTADINI”

25 Ottobre 2018

“Se tutti i cittadini utilizzeranno Pago PA e LINKmate non avremo più il problema di controllare le entrate né...

L’ASSESSORE AL BILANCIO DEL COMUNE DI ANGRI FERRAIOLI: “CON LINKMATE SUPERIAMO LA COMUNICAZIONE CARTACEA”

L’ASSESSORE AL BILANCIO DEL COMUNE DI ANGRI FERRAIOLI: “CON LINKMATE SUPERIAMO LA COMUNICAZIONE CARTACEA”

18 Ottobre 2018

Il Comune di Angri, nel Salernitano, ha scelto LINKmate. Tassa sui Servizi IndivisibiliTassa sui RifiutiImposta Municipale Unica

Notizie

Con 132 voti a favore e 83 astenuti è arrivato il primo via libera dal Parlamento per il decreto sull'IMU agricola. Le due grandi novità introdotte riguardano la possibilità di rimborso per i contribuenti

Rimborsi per i contribuenti. E' quanto stabilito da un emendamento al dl 4/2015 approvato in commissione finanze al Senato secondo cui a coloro che hanno effettuato versamenti IMU sui terreni agricoli.

Il Sole 24 Ore ha pubblicato un interessante articolo relativo al problema che sussiste nell'identificare le modalità con cui il contribuente può ricorrere all'istituto del ravvedimento operoso con l'entrata prima della Tares e poi della Tari.

Il decreto legge milleproroghe (dl 192/2014) nella notte di lunedì 16 febbraio, si è arricchito di numerose novità per la pubblica amministrazione e per gli enti locali, per cui manca solo l'approvazione del Senato. Tra di esse si segnalano il differimento dell'IMU secondaria al 2016 e la disciplina sulla validità dei regolamenti e delle tariffe in materia di Tassa sui rifiuti (TARI) per l'anno 2014.

Il relatore Federico Fornaro ha depositato in commissione finanze del senato tre emendamenti al dl 4/2015 nei quali è prevista, tra le altre cose, la richiesta di non applicare interessi e sanzioni per chi verserà l'IMU per i terreni agricoli entro la data del 31 marzo 2015.

La Dichiarazione IMU deve essere presentata dai soggetti passivi al Comune in cui sono ubicati gli immobili entro il 30 giugno dell'anno successivo a quello in cui il possesso o detenzione degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione del tributo. Da oggi è possibile utilizzare su Riscotel, per l'anno 2014, la versione del modello editabile che deve essere presentato entro il 30/06/2015.
 

Si fa sempre più concreta l'ipotesi secondo cui gli eventuali ritardi nel pagamento dell' IMU sui terreni agricola non dovranno essere sanzionati.

In questi giorni tiene banco la riforma del catasto che, se approvata dal Consiglio dei ministri, modificherà le attuali rendite catastali, basate sul mercato immobiliare del biennio 1988-89 con i nuovi valori patrimoniali che si baseranno sul triennio 2012-2014. Molti contribuenti si stanno già ponendo numerose domande sull'argomento, ed in particolare su quale effetto avrà la riforma sulle imposte

In data 3 febbraio 2015 il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha pubblicato la risoluzione n. 2 / DF sull'esenzione IMU per i terreni agricoli.

Secondo l'ordinanza della Cassazione del 14 gennaio 2015 n.540, la maggiore capacità produttiva di una struttura alberghiera rispetto ad una civile abitazione costituisce "un dato di comune esperienza, emergente da un esame comparato dei regolamenti comunali in materia".

Anci suggerisce prima di pagare, per la scadenza prevista del 10 febbraio, di aspettare la sentenza del Tar del Lazio.

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.