Ultime notizie

DA OGGI L'F24 SI PAGA DIRETTAMENTE SUL SITO DEL COMUNE DI MILANO

DA OGGI L'F24 SI PAGA DIRETTAMENTE SUL SITO DEL COMUNE DI MILANO

17 Novembre 2017

Il pagamento online del saldo Imu e Tasi 2017 sul portale del Comune di Milano, semplicemente con l'utilizzo di...

IMU E TASI 2017, IL SALDO SI PAGA ENTRO IL 18 DICEMBRE

IMU E TASI 2017, IL SALDO SI PAGA ENTRO IL 18 DICEMBRE

17 Novembre 2017

E' prevista per il prossimo 18 dicembre la scadenza della seconda rata di IMU e TASI 2017. Lo rende...

IL COMMISSARIO PER L'ITALIA DIGITALE DIEGO PIACENTINI: “GALLARATE COMUNE VIRTUOSO PER GLI SCONTI A CHI USA PAGOPA”

IL COMMISSARIO PER L'ITALIA DIGITALE DIEGO PIACENTINI: “GALLARATE COMUNE VIRTUOSO PER GLI SCONTI A CHI USA PAGOPA”

07 Novembre 2017

Le transazioni con PagoPA hanno superato la quota dei 4 milioni. Lo ha annunciato Diego Piacentini, commissario straordinario per...

L’IMU NON VA PAGATA PER I FABBRICATI COLLABENTI PRIVI DI RENDITA

L’IMU NON VA PAGATA PER I FABBRICATI COLLABENTI PRIVI DI RENDITA

30 Ottobre 2017

I fabbricati collabenti, iscritti in catasto nella categoria F2, senza attribuzione di rendita, non sono soggetti al pagamento dell’Imu...

Notizie

La Provincia Autonoma di Trento con la Legge Provinciale 30.12.2014, n.14 ha istituito per l'anno 2015 l'Imposta Immobiliare Semplice (IMIS) che unisce i tributi nazionali IMU e TASI.

Il Mef sul proprio sito istituzionale ha pubblicato il Decreto del 25 Marzo 2015 con cui sono stati approvati i nuovi coefficienti 2015 dell'IMU e della TASI per gli immobili appartenenti alla categoria D.

Il giorno 25 Marzo 2015 il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha emanato la risoluzione n.3/DF in cui ha fornito dei chiarimenti relativi al modello di dichiarazione sul tributo per i servizi indivibili (TASI).

Gli impianti di risalita sono soggetti al pagamento dell'IMU. A stabilirlo è stata la sentenza 4541 della Corte di Cassazione del 21 gennaio 2015 che ha gettato nel panico i gestori di funivie, telecabine e seggiovie.

Nell'edizione odierna de Il Sole 24 Ore è stato pubblicato un articolo in cui si commenta la sentenza n. 5047/2015 della Cassazione secondo cui alla società che ha provveduto in proprio allo smaltimento dei rifiuti spetta una riduzione proporzionale della Tarsu.

ItaliaOggi nella sua edizione odierna ha pubblicato un articolo in cui mette in evidenza quali sono gli effetti della sanatoria sull'IMU agricola prevista da un emendamento alla legge di conversione del dl 4/2015.

L'IFEL (Istituto per la Finanza e l'Economia Locale) ha pubblicato una nota con i commenti all’AC 2915 di conversione del Decreto legge n. 4 del 24 gennaio 2015 contenente “Misure urgenti in materia di esenzione IMU. Proroga dei termini concernenti l’esercizio della delega in materia di revisione del sistema fiscale”, con le modifiche apportate dal Senato della Repubblica.

Con 272 si, 153 no e 15 astenuti è arrivato il via libera definito della Camera al decreto legge sull'IMU agricola. A Montencitorio sono stati bocciati tutti gli emendamenti al Dl 4/2015 proposti in questi giorni, cosicché si è arrivato alla conferma di un testo identico a quello approvato dal Senato.

Tutti i contribuenti titolari di terreni soggetti al pagamento dell'IMU entro il 10 febbraio 2015 a breve, probabilmente, avranno la possibilità di regolarizzare la propria posizione pagando quanto avrebbero dovuto entro il 31 marzo senza sanzioni e interessi. E' questa una delle modifiche introdotte in Senato al dl n.4/2015 che a causa di tempi brevi, non verrà toccato dalla Camera.

ItaliaOggi nella sua edizione quotidiana ha commentato la sentenza n.4342 del 4 marzo 2015 con cui la Cassazione ha affermato che le regole dell'IMU per l'esenzione degli immobili posseduti dagli enti non commerciali non sono applicabili anche per l'ICI per la quale l'esenzione spettava agli enti religiosi e di culto solo nel caso in cui l'immobile fosse destinato esclusivamente a un'attività commerciale. 

Sull'edizione odierna de Il Sole 24 Ore l'Anutel (Associazione Nazionale Uffici Tributi Enti Locali) ha pubblicato la nota inviata al MEF in cui richiede, a seguito dei numerosi quesiti che gli sono giunti da parte dei Comuni, un "modello unico" ad hoc da seguire per la predisposizione della Dichiarazione Tasi che ad oggi ancora manca.

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.