Ultime notizie

NAPOLI, LA DICHIARAZIONE TARI ORA SI PUO’ FARE ONLINE

NAPOLI, LA DICHIARAZIONE TARI ORA SI PUO’ FARE ONLINE

10 Luglio 2018

I contribuenti napoletani possono effettuare la dichiarazione Tari online tramite LINKmate senza recarsi all’Ufficio Tributi.Tassa sui Servizi IndivisibiliTassa sui...

L’ASSESSORE DEL COMUNE DI GENOVA PAOLA BORDILLI: “TOURIST TAX SEMPLIFICA IL NOSTRO LAVORO”

L’ASSESSORE DEL COMUNE DI GENOVA PAOLA BORDILLI: “TOURIST TAX SEMPLIFICA IL NOSTRO LAVORO”

09 Luglio 2018

Il Comune di Genova ha scelto Tourist TAX. Il software di Advanced Systems è già a disposizione di oltre...

IMU, DICHIARAZIONE ENTRO IL 2 LUGLIO PER I NUOVI PROPRIETARI

IMU, DICHIARAZIONE ENTRO IL 2 LUGLIO PER I NUOVI PROPRIETARI

01 Luglio 2018

Entro lunedì 2 luglio i contribuenti che nel corso del 2017 sono entrati in possesso di immobili dovranno presentare...

NAPOLI, PER I CONTRIBUENTI NIENTE PIU’ FILE A CORSO LUCCI

NAPOLI, PER I CONTRIBUENTI NIENTE PIU’ FILE A CORSO LUCCI

29 Giugno 2018

I contribuenti napoletani eviteranno le file presso gli uffici tributari prenotando un appuntamento, dopo aver effettuato la registrazione al...

Notizie

Una risoluzione del Dipartimento delle Finanze chiarisce definitivamente tutti i dubbi sulla controversa norma relativa alle agevolazioni per i comodati. La risoluzione del 17 febbraio conferma in larga parte le interpretazioni già emerse nei giorni scorsi, fornendo comunque nuove indicazioni. Sono quattro le problematiche sulle quali il Mef focalizza la sua attenzione, rispondendo ai quesiti degli addetti ai lavori.

La riduzione del 50% della base imponibile di Imu e Tasi per i comodati dai genitori ai figli- e viceversa- può essere concessa anche se il comodatario possiede, oltre alla casa concessa in uso gratuito ed un'altra adibita ad abitazione principale, altri immobili, a patto che non siano ad uso abitativo.

L'eliminazione della Tasi sull'abitazione principale e le altre modifiche introdotte per la tassazione immobiliare si tradurranno in un rischio per i bilanci dei Comuni? A giudizio di alcuni addetti ai lavori, il pericolo esiste, anche perché le somme stanziate dalla legge di Stabilità per ristorare gli enti dei mancati introiti fiscali sono inferiori di 1,2 miliardi, rispetto a quanto era stato chiesto dall'Anci (circa 5 miliardi secondo l'associazione dei Comuni, anziché i 3,8 poi concessi dal governo).

Nei piccoli Comuni meridionali i giudizi sulla nuova fiscalità immobiliare sono una conseguenza delle valutazioni più ampie sull'intero sistema dei tributi, sempre più precario e attanagliato da carenze ataviche. “Dal punto di vista dell'imposizione fiscale- spiega Fausto Cordiano Ceravolo, assessore al Bilancio a Cinquefrondi (Rc)- i Comuni vivono uno stato di estremo disagio. Molti Comuni sono impreparati”.

Il Comune di Napoli si prepara a dire addio a Equitalia per la riscossione dei tributi locali e annuncia la nascita di un nuovo soggetto pubblico. Dal prossimo mese di maggio sarà attiva “Napoli riscossione”.

L'abolizione della Tasi sull'abitazione principale e gli altri cambiamenti introdotti dal 1°gennaio 2016 destano le perplessità di molti dirigenti comunali. Giuseppe Crocitti, responsabile area economico-finanziaria dei Comuni di Taurianova e Cittanova, in provincia di Reggio Calabria, giudica negativamente le nuove norme.

L'eliminazione della Tasi sull'abitazione principale ed il blocco degli aumenti dei tributi locali. Sono queste le principali novità introdotte dalla legge di Stabilità 2016, in vigore dal 1° gennaio scorso. Ecco tutte le disposizioni più importanti che riguardano gli immobili.

I contribuenti che non hanno ancora effettuato il versamento del saldo Tasi e Imu 2015 possono farlo agevolmente utilizzando il software CalcoloIuc2015. Il software, realizzato da Advanced Systems in collaborazione con Anutel, facilita l'utilizzo del ravvedimento operoso con le nuove norme in vigore dal 1° gennaio 2016, che prevedono sanzioni dimezzate per gli omessi (o insufficienti) versamenti.

I Comuni potranno avvalersi di Equitalia fino al 30 giugno prossimo. E' l'esito dell'ennesima proroga concessa dalla legge di Stabilità 2016. Slitta ancora, dunque, la riforma del sistema della riscossione locale, più volte annunciata negli anni scorsi, mentre è scaduta la delega fiscale (legge n.23/2014) che prevedeva proprio il riordino della disciplina, compresa quella dettata dal centenario regio decreto n.639 del 1910.

Le nuove norme sulla tassazione immobiliare inducono i Comuni a valutarne le possibili conseguenze. Anzitutto l'eliminazione della Tasi sull'abitazione principale pone degli interrogativi sugli eventuali rischi per i bilanci degli enti. Al Comune di Rimini, però, le risposte sono positive. “Non dovrebbero esserci contraccolpi- spiega Ivana Manduchi, responsabile U.O. Tributi sugli immobili e federalismo municipale del Comune- perché lo Stato ci rimborserà il gettito”.

Più di 15mila contribuenti di Empoli hanno utilizzato CalcoloIuc2015, il software di calcolo di Riscotel. Lo si apprende da una nota dell'ufficio stampa del Comune di Empoli. Il dato sull'uso del software da parte degli empolesi è straordinario, soprattutto in relazione al totale dei contribuenti, solo leggermente più elevato del numero degli accessi a CalcoloIuc2015. In pratica, quasi tutti i possessori di immobili ad Empoli si sono avvalsi del software.

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.