Ultime notizie

DA OGGI L'F24 SI PAGA DIRETTAMENTE SUL SITO DEL COMUNE DI MILANO

DA OGGI L'F24 SI PAGA DIRETTAMENTE SUL SITO DEL COMUNE DI MILANO

17 Novembre 2017

Il pagamento online del saldo Imu e Tasi 2017 sul portale del Comune di Milano, semplicemente con l'utilizzo di...

IMU E TASI 2017, IL SALDO SI PAGA ENTRO IL 18 DICEMBRE

IMU E TASI 2017, IL SALDO SI PAGA ENTRO IL 18 DICEMBRE

17 Novembre 2017

E' prevista per il prossimo 18 dicembre la scadenza della seconda rata di IMU e TASI 2017. Lo rende...

IL COMMISSARIO PER L'ITALIA DIGITALE DIEGO PIACENTINI: “GALLARATE COMUNE VIRTUOSO PER GLI SCONTI A CHI USA PAGOPA”

IL COMMISSARIO PER L'ITALIA DIGITALE DIEGO PIACENTINI: “GALLARATE COMUNE VIRTUOSO PER GLI SCONTI A CHI USA PAGOPA”

07 Novembre 2017

Le transazioni con PagoPA hanno superato la quota dei 4 milioni. Lo ha annunciato Diego Piacentini, commissario straordinario per...

L’IMU NON VA PAGATA PER I FABBRICATI COLLABENTI PRIVI DI RENDITA

L’IMU NON VA PAGATA PER I FABBRICATI COLLABENTI PRIVI DI RENDITA

30 Ottobre 2017

I fabbricati collabenti, iscritti in catasto nella categoria F2, senza attribuzione di rendita, non sono soggetti al pagamento dell’Imu...

Notizie

Gli effetti dell'abolizione della Tasi, a partire dal 2016, saranno giocoforza molto più evidenti nei Comuni con un'elevata percentuale di immobili ad uso residenziale. Tra gli esempi più significativi, figura il Comune di Grottaferrata, in provincia di Roma. A lanciare l'allarme sulle conseguenze della nuova tassazione immobiliare, soprattutto per i municipi nei quali prevalgono nettamente le abitazioni, è Ivana Rasi, dirigente Ragioneria e Tributi di Grottaferrata. “La Tasi era preziosa- spiega la dirigente- perché il nostro è un tessuto residenziale. Gli appartamenti e le ville equivalgono a circa l'80% dello stock immobiliare complessivo”.

 

“La cancellazione della Tasi sulla prima casa può mettere a rischio i bilanci dei Comuni”: Vincenzo Falasconi, dirigente del Settore "Programmazione Economica e Servizi Sociali" del Comune di San Giorgio a Cremano, condivide le considerazioni di altri addetti ai lavori sui possibili effetti della nuova tassazione immobiliare, che si profila per il 2016.

Niente più Tasi sulla prima abitazione, a partire dal 2016. Ma i proprietari delle case di pregio continueranno a pagare l' Imu.

Il Comune di Napoli ha scelto CalcoloIUC 2015 per aiutare i propri contribuenti nella corretta determinazione del dovuto Imu e Tasi e per la stampa del relativo Modello F24. Il servizio web è disponibile sulla home page del sito istituzionale del capoluogo campano e potrà già essere usato in sede di saldo 2015.

La legge di stabilità per il 2015 (legge 190/2014 – comma 637 lettera b) ha modificato l’istituto del ravvedimento operoso. Sono state previste nuove importanti novità, di cui però solo una parte è applicabile ai tributi locali come ad esempio l'introduzione del cosiddetto ravvedimento intermedio:

Con CalcoloIUC 2015 di Riscotel la rata dell'acconto Imu 2015 sui terreni agricoli potrà essere calcolata entro il 30 ottobre senza interessi e sanzioni. Il servizio web è stato infatti aggiornato con le ultime disposizioni in materia di Imu Agricola stabilite con l'emendamento al decreto enti locali (dl 78/2015) recentemente convertito nella Legge 125/2015.

Il 30 giugno 2015 è la scadenza fissata per la presentazione della Dichiarazione IMU-TASI. A stabilirlo è l'articolo 1, commi 684-685, della legge 147/2013 secondo cui è necessario che i soggetti passivi dell'imposta unica comunale (IUC) presentino la dichiarazione entro il 30 giugno dell'anno successivo a quello in cui sono intervenute variazioni rilevanti o ha avuto inizio il possesso o la detenzione di un immobile.

La prima rata dell'Imu agricola 2015 potrà essere versata entro il 30 ottobre senza interessi e sanzioni. A stabilirlo è un emendamento al decreto enti locali (dl 78/2015) approvato dalla Commissione Bilancio del Senato. Prorogata dunque, solo per i terreni agricoli, la possibilità di effettuare il pagamento dell'imposta municipale propria senza costi aggiuntivi oltre la data del 16 giugno.

Se si compila il Modello F24 per il pagamento dell'IMU e della TASI a mano e non si utilizza CalcoloIUC, spesso capita di poter commettere degli errori. Come è possibile leggere anche sul sito dell'Agenzia delle Entrate nel caso in cui siano stati commessi sbagli esclusivamente all'interno delle sezioni Erario e Regioni, la violazione è meramente formale e non comporta alcuna sanzione. Diverso è invece il caso in cui vi sia sia stato un omesso o parziale pagamento dei tributi.

La Legge di Stabilità 2015 ha modificato la disciplina del ravvedimento operoso sancita dall'articolo 13 del Dlgs n. 472/1997. Le innovazioni introdotte hanno comportato alcuni dubbi soprattutto per la corretta applicazione della riduzione a 1/9 delle sanzioni entro 90 giorni dall'omissione o dall'errore. L'Agenzia delle Entrate ha ritenuto così necessario emanare la Circolare n. 23/E del 9 giugno 2015.

Ai fini sia del calcolo dell'IMU che del calcolo della TASI gli immobili di interesse storico-artistico godono della riduzione del 50% della base imponibile. Ad affermarlo è il MEF in un'apposita nota in cui supporta la tesi dell'ordine dei commercialisti di Verona e smentisce l'errata interpretazione della norma che l'Ente veneto ha fornito sul proprio sito istituzionale.

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.