Ultime notizie

IL SINDACO DI SAN GIOVANNI ROTONDO COSTANZO CASCAVILLA: “CON PAGOPA E LINKMATE SIAMO SMART CITY”

IL SINDACO DI SAN GIOVANNI ROTONDO COSTANZO CASCAVILLA: “CON PAGOPA E LINKMATE SIAMO SMART CITY”

23 Aprile 2018

A San Giovanni Rotondo la Tari si paga con un solo clic, accedendo a LINKmate e utilizzando PagoPA. “Niente...

GALLARATE, CONFERMATO LO SCONTO SULLA TARI PER I CONTRIBUENTI CHE UTILIZZANO LINKMATE E PAGOPA

GALLARATE, CONFERMATO LO SCONTO SULLA TARI PER I CONTRIBUENTI CHE UTILIZZANO LINKMATE E PAGOPA

22 Aprile 2018

Anche quest’anno i contribuenti di Gallarate che utilizzano LINKmate avranno uno sconto sulla Tari. Ed uno sconto ulteriore è...

“CON LINKMATE IL COMUNE DI GALLARATE VELOCIZZA E SEMPLIFICA I SERVIZI”: LO SCRIVE “7”

“CON LINKMATE IL COMUNE DI GALLARATE VELOCIZZA E SEMPLIFICA I SERVIZI”: LO SCRIVE “7”

22 Aprile 2018

“Digitalizzare la pubblica amministrazione può sembrare un’impresa titanica. Ma qualcosa si muove, eccome se si muove. Negli ultimi anni...

AGENZIA DELLE ENTRATE, AL PORTALE WEB SI ACCEDE CON SPID

AGENZIA DELLE ENTRATE, AL PORTALE WEB SI ACCEDE CON SPID

10 Aprile 2018

L’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate è accessibile agli utenti persone fisiche tramite un’identità digitale SPID.Tassa sui...

Notizie

Le nuove norme sulla tassazione immobiliare inducono i Comuni a valutarne le possibili conseguenze. Anzitutto l'eliminazione della Tasi sull'abitazione principale pone degli interrogativi sugli eventuali rischi per i bilanci degli enti. Al Comune di Rimini, però, le risposte sono positive. “Non dovrebbero esserci contraccolpi- spiega Ivana Manduchi, responsabile U.O. Tributi sugli immobili e federalismo municipale del Comune- perché lo Stato ci rimborserà il gettito”.

Il Comune di Napoli si prepara a dire addio a Equitalia per la riscossione dei tributi locali e annuncia la nascita di un nuovo soggetto pubblico. Dal prossimo mese di maggio sarà attiva “Napoli riscossione”.

L'eliminazione della Tasi sull'abitazione principale ed il blocco degli aumenti dei tributi locali. Sono queste le principali novità introdotte dalla legge di Stabilità 2016, in vigore dal 1° gennaio scorso. Ecco tutte le disposizioni più importanti che riguardano gli immobili.

I Comuni potranno avvalersi di Equitalia fino al 30 giugno prossimo. E' l'esito dell'ennesima proroga concessa dalla legge di Stabilità 2016. Slitta ancora, dunque, la riforma del sistema della riscossione locale, più volte annunciata negli anni scorsi, mentre è scaduta la delega fiscale (legge n.23/2014) che prevedeva proprio il riordino della disciplina, compresa quella dettata dal centenario regio decreto n.639 del 1910.

Dal 2016 non si pagherà più la Tasi per l'abitazione principale. Con la votazione del testo della legge di Stabilità, la Camera dei deputati ha confermato la cancellazione della Tasi ed altri cambiamenti già delineati nei mesi scorsi. Manca solo l'ultimo via libera da parte del Senato, ma la manovra sembra destinata a rimanere intatta. Per la fiscalità immobiliare, ci saranno, quindi, molte importanti novità dal prossimo anno.

Più di 15mila contribuenti di Empoli hanno utilizzato CalcoloIuc2015, il software di calcolo di Riscotel. Lo si apprende da una nota dell'ufficio stampa del Comune di Empoli. Il dato sull'uso del software da parte degli empolesi è straordinario, soprattutto in relazione al totale dei contribuenti, solo leggermente più elevato del numero degli accessi a CalcoloIuc2015. In pratica, quasi tutti i possessori di immobili ad Empoli si sono avvalsi del software.

I contribuenti che non sono riusciti ad effettuare il versamento del saldo Tasi e/o del saldo Imu 2015 entro la scadenza del 16 dicembre 2015, possono usufruire del ravvedimento operoso. Si tratta di uno strumento con cui il contribuente può spontaneamente regolarizzare violazioni, irregolarità o omissioni tributarie con il versamento di sanzioni ridotte, il cui importo varia in relazione alla tempestività del ravvedimento.

Per le abitazioni concesse in comodato a genitori e figli è prevista una riduzione del 50% della base imponibile di Imu e Tasi. E' questo uno dei principali cambiamenti introdotti dalla legge di Stabilità 2016 per la tassazione immobiliare.

Il Comune di Napoli è uno degli 866 enti che hanno approvato in ritardo, rispetto alla scadenza del 30 luglio, le delibere Imu e Tasi. Ma lo stop alla sanatoria decretato dal governo per i Comuni “ritardatari” non coinvolge, in ogni caso, il municipio partenopeo. “Nelle nuove delibere- spiega l'assessore al Bilancio Salvatore Palma- abbiamo fissato esattamente le stesse aliquote del 2014”. Dunque, a Napoli si pagheranno per il saldo gli stessi importi del 2014. E, anche se ci fosse stata la necessità di versare un conguaglio nel 2016- ipotesi poi comunque esclusa dal governo con lo stop alla sanatoria- Napoli non sarebbe stata coinvolta.

La conversazione con l'assessore Palma scivola poi sulle nuove norme sulla tassazione immobiliare che si stanno determinando per il 2016.

Il pagamento in forma elettronica da parte dei cittadini ed un notevole risparmio per gli enti locali nelle attività di rendicontazione e riconciliazione. Sono questi gli obiettivi principali del progetto nazionale promosso dall'AgID (Agenzia per l'Italia digitale) che punta a semplificare i rapporti tra i cittadini e le amministrazioni pubbliche.

L'autonomia dei Comuni sulla fiscalità immobiliare deve essere salvaguardata e l'unico modo per farlo è riformare il sistema dei tributi. Sono le opinioni di Domenico Tuccillo, presidente Anci Campania e sindaco di Afragola, in provincia di Napoli.

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.