Ultime notizie

CESENA, PER GLI AVVISI TARI C’E’ LINKMATE A DISPOSIZIONE DEI CONTRIBUENTI

CESENA, PER GLI AVVISI TARI C’E’ LINKMATE A DISPOSIZIONE DEI CONTRIBUENTI

26 Luglio 2019

I contribuenti cesenati che non sono ancora in possesso del modello F24 per il pagamento della Tari possono rimediare...

PAGOPA, IL CONSORZIO DI BONIFICA DELLA MEDIA PIANURA BERGAMASCA NELLA TOP TEN DEGLI ENTI CREDITORI

PAGOPA, IL CONSORZIO DI BONIFICA DELLA MEDIA PIANURA BERGAMASCA NELLA TOP TEN DEGLI ENTI CREDITORI

24 Luglio 2019

Il progetto PagoPA ha fatto registrare una crescita vertiginosa negli ultimi 12 mesi.Tassa sui RifiutiModello F24 unificato di pagamento

PULSANO, I TRIBUTI SONO A PORTATA DI CLICK CON LINKMATE E PAGOPA

PULSANO, I TRIBUTI SONO A PORTATA DI CLICK CON LINKMATE E PAGOPA

23 Luglio 2019

“Oggi abbiamo ricevuto per la prima volta un pagamento con PagoPA da parte di un contribuente. Si tratta di...

LINKMATE, QUASI 3000 ISCRIZIONI IN POCHI GIORNI A TARANTO

LINKMATE, QUASI 3000 ISCRIZIONI IN POCHI GIORNI A TARANTO

22 Luglio 2019

Ai contribuenti tarantini piace Linkmate. Dopo 2 settimane dalla sua attivazione, lo sportello telematico ha fatto registrare già un...

Il Comune di Pozzuoli è uno dei più attivi in Italia, sul fronte dei pagamenti con PagoPA. Il dirigente del Coordinamento Entrate Luigi Giordano illustra i vantaggi per i Comuni e per i contribuenti, che scaturiscono dall’utilizzo del canale dei pagamenti della pubblica amministrazione.

“Con PagoPA- spiega Giordano- si verifica un abbinamento automatico dei pagamenti, senza possibilità di errore. Se gestisco PagoPA per la Tari, attraverso LINKmate, la procedura è semplicissima. Il Comune non deve fare proprio niente. Il pagamento è già integrato. Non c’è nemmeno bisogno di scaricare un flusso, come avviene invece, ad esempio, per gli F24 o per i conti correnti postali. Quindi non solo non ci possono essere errori ma il pagamento arriva in automatico al Comune. Per l’ente il lavoro risulta notevolmente semplificato. Ho anche ridotto nettamente il personale che prima si occupava di questo lavoro”.

A Pozzuoli utilizzate, dunque, PagoPA per la Tari. Ne usufruite anche per altri tributi?

“Lo utilizziamo per i fitti attivi. A breve lo useremo anche per i canoni idrici. Per i fitti attivi c’è anche un altro vantaggio. Si tratta di un fenomeno che ho riscontrato recentemente. A Pozzuoli abbiamo circa 6000 immobili comunali con 30000 persone che ci vivono. Da quando abbiamo PagoPA, stanno pagando i canoni persone che non avevano mai pagato prima. Tante persone oggi trascorrono moltissimo tempo tra i bingo e le sale gioco. Proprio in questi luoghi si può pagare con PagoPA. E allora capita che chi vince al lotto istantaneo- o ad un altro gioco- subito dopo paghi il fitto dell’immobile comunale. Si tratta di persone che altrimenti non avrebbero mai pagato. E’ un fenomeno che abbiamo verificato. I pagamenti sono aumentati e per il Comune è un vantaggio enorme”.

Quindi con PagoPA le entrate sono aumentate?

“Il risultato migliore è relativo ai fitti. Per la Tari abbiamo PagoPA come modalità alternativa all’ F24. Molti contribuenti sono ancora abituati a usare gli F24 e perciò per la Tari i dati sui pagamenti sono meno significativi, proprio perché c’è ancora l’F24. Alcuni Comuni sono ancora refrattari perché non conoscono bene il sistema. Non hanno capito che ci sono vantaggi sia per loro che per i cittadini”.

Quali sono i vantaggi per i cittadini?

“I costi del sistema si stanno progressivamente abbattendo. Dipende da come lo si usa. Se lo si usa online, il cittadino può controllare la sua situazione, pagare e in tempo reale ricevere il messaggino di avvenuto pagamento. Online la commissione è più bassa. 50 centesimi. Meno degli uffici postali. Per chi sceglie il pagamento cartaceo, c’è ad esempio Lottomatica ma la commissione è più alta. Si arriva ad 1 euro, ma c’è il vantaggio di evitare la fila all’ufficio postale”.

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.