Ultime notizie

CESENA, PER GLI AVVISI TARI C’E’ LINKMATE A DISPOSIZIONE DEI CONTRIBUENTI

CESENA, PER GLI AVVISI TARI C’E’ LINKMATE A DISPOSIZIONE DEI CONTRIBUENTI

26 Luglio 2019

I contribuenti cesenati che non sono ancora in possesso del modello F24 per il pagamento della Tari possono rimediare...

PAGOPA, IL CONSORZIO DI BONIFICA DELLA MEDIA PIANURA BERGAMASCA NELLA TOP TEN DEGLI ENTI CREDITORI

PAGOPA, IL CONSORZIO DI BONIFICA DELLA MEDIA PIANURA BERGAMASCA NELLA TOP TEN DEGLI ENTI CREDITORI

24 Luglio 2019

Il progetto PagoPA ha fatto registrare una crescita vertiginosa negli ultimi 12 mesi.Tassa sui Servizi IndivisibiliTassa sui RifiutiImposta Municipale...

PULSANO, I TRIBUTI SONO A PORTATA DI CLICK CON LINKMATE E PAGOPA

PULSANO, I TRIBUTI SONO A PORTATA DI CLICK CON LINKMATE E PAGOPA

23 Luglio 2019

“Oggi abbiamo ricevuto per la prima volta un pagamento con PagoPA da parte di un contribuente. Si tratta di...

LINKMATE, QUASI 3000 ISCRIZIONI IN POCHI GIORNI A TARANTO

LINKMATE, QUASI 3000 ISCRIZIONI IN POCHI GIORNI A TARANTO

22 Luglio 2019

Ai contribuenti tarantini piace Linkmate. Dopo 2 settimane dalla sua attivazione, lo sportello telematico ha fatto registrare già un...

I contribuenti di Falconara Marittima possono gestire Tari e Imu direttamente da casa, grazie a LINKmate. 

Entro il 30 novembre i contribuenti dovranno versare la terza e ultima rata della Tari. Sono in tutto 13.951, tra famiglie e attività produttive, le utenze coinvolte. Ed entro il 17 dicembre altri 16.985 contribuenti saranno chiamati a pagare il saldo Imu 2018.

L’approssimarsi delle due scadenze è l’occasione per l’assessore al Bilancio Raimondo Mondaini di tirare le somme dell’attività dell’Ufficio Tributi, che nei primi 10 mesi del 2018 ha emesso accertamenti per 2.442.735 euro, e di ricordare che il Comune di Falconara mette a disposizione dei contribuenti uno strumento telematico che permette di gestire facilmente le proprie pratiche da casa. «I contribuenti – spiega Mondaini – possono utilizzare i canali informatici messi a disposizione. L'applicazione Linkmate, presente sul sito comunale, consente di registrarsi e di accedere alla propria situazione immobiliare con dati e planimetrie catastali, oltre a stampare i modelli di pagamento e visualizzare i calcoli dell'Ufficio”.

Assessore Mondaini, i risultati recenti confermano i progressi ottenuti anche grazie a LINKmate?

“Con LINKmate la gestione dei tributi è sicuramente più efficiente. Noi cerchiamo sempre di sollecitare l’adesione a questo servizio. Abbiamo inserito anche dei link sul sito comunale. LINKmate è un’opportunità perché riduce le code ed evita gli spostamenti. E’ utile per gli uffici che hanno esigenza di rapportarsi col pubblico quotidianamente. Ed è utile anche per i cittadini che hanno più autonomia nella gestione degli adempimenti. Entro la fine dell’anno invieremo circa 2600solleciti di pagamento per la Tari. Anche i solleciti, così come altre comunicazioni, saranno su LINKMATE, dove è possibile interloquire con gli uffici e quindi scambiare dati e informazioni. Quanto alle attività dell’Ufficio Tributi, sul fronte degli accertamenti relativi agli anni scorsi, inoltre, abbiamo raggiunto cifre importanti”.

Parliamo di 2.042 avvisi di accertamento per la Tari (tra omesso o insufficiente versamento e omessa o infedele denuncia) per un ammontare di 1milione 121mila euro E per l’Imu, nei primi dieci mesi del 2018, sono stati emessi 550 avvisi di accertamento per un totale di 1.321.735 euro. Circa 2,5 milioni di euro solo per Imu e Tari, senza contare i tributi minori.

“Tutta la fase della riscossione viene gestita da noi internamente in autonomia. Funziona abbastanza bene, considerate le oggettive difficoltà che pure ci sono”.

Gli enti locali lamentano periodicamente gli eccessivi tagli operati negli ultimi anni. A Falconara qual è la situazione?

“I tagli sono un problema. Quelli degli anni scorsi rischiano di consolidarsi. Ogni anno c’è il problema del recupero delle risorse. Nella proposta di legge di Bilancio dello Stato non ci sono ancora i fondi che erano stati accantonati fino all’anno scorso. Ad esempio, quelli del ristoro per Imu e Tasi, che per i Comuni è importante”.

Tra gli emendamenti alla legge di Bilancio figura l’ipotesi di una “nuova Imu”, che unifica in una sola imposta Imu e Tasi. Si è già fatto un’idea dei cambiamenti che potrebbero scaturire dalla manovra?

“Bisognerà valutare l’impatto che avranno i cambiamenti. Non ci sono ancora notizie precise. Se si determinerà una semplificazione del quadro normativo sarà un fatto positivo. Se invece si riveleranno solo uno strumento per fare cassa, non saranno positivi”.

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.