Ultime notizie

IMU-TASI, RIPRISTINATO IL FONDO A BENEFICIO DEI COMUNI

IMU-TASI, RIPRISTINATO IL FONDO A BENEFICIO DEI COMUNI

23 Gennaio 2019

Il Fondo Imu-Tasi di 300 milioni è stato rifinanziato integralmente. E’ l’esito di un emendamento al comma 892 della...

POZZUOLI, I CANONI DI LOCAZIONE SI PAGANO SU LINKMATE

POZZUOLI, I CANONI DI LOCAZIONE SI PAGANO SU LINKMATE

23 Gennaio 2019

A Pozzuoli il pagamento dei canoni di locazione degli immobili comunali può essere effettuato con PagoPA. E i cittadini...

IMMOBILI STRUMENTALI, LA DEDUCIBILITA’ IMU PASSA DAL 20% AL 40%

IMMOBILI STRUMENTALI, LA DEDUCIBILITA’ IMU PASSA DAL 20% AL 40%

16 Gennaio 2019

Dal 2019 l’Imu che imprese e professionisti versano sugli immobili strumentali è deducibile dalle imposte sui redditi in misura...

IMU E TASI, RISCHIO AUMENTI IN MOLTI COMUNI DAL 2019

IMU E TASI, RISCHIO AUMENTI IN MOLTI COMUNI DAL 2019

06 Gennaio 2019

La mancata conferma del blocco degli aumenti dei tributi locali sembra destinata a ripercuotersi soprattutto sul mattone.Tassa sui Servizi...

“Dal 2018 con LINKmate è possibile effettuare il pagamento online dei modelli F24 IMU e TASI con carta di credito, rilasciata da qualsiasi Banca, senza nessun costo di commissione". Il Comune di Gallarate ricorda ai contribuenti l’innovazione introdotta in via sperimentale a dicembre 2017 e poi confermata nel 2018. “Grazie ad un accordo tra il Comune di Gallarate, Advanced Systems e Intesa Sanpaolo, tutti i contribuenti- prosegue la nota del Comune- potranno effettuare il versamento, semplicemente con pochi clic, senza incorrere nei frequenti errori di digitazione del codice del Comune beneficiario ed evitare l’arrivo di avvisi di accertamento. Dopo aver verificato gli immobili presenti in LINKmate (segnalando mediante la bacheca eventuali anomalie o dati mancanti), la procedura propone il pagamento online del modello F24 già compilato. Dopo aver inserito una email per ricevere la quietanza del versamento e cliccato il tasto “effettua pagamento”, il contribuente entrerà nella pagina di Intesa Sanpaolo dove inserirà i dati della propria carta di credito. A pagamento eseguito verranno recapitate, all’indirizzo email inserito in precedenza, l’attestazione di addebito su carta di credito da parte di SETEFI, la presa in carico della delega di pagamento da parte di Intesa Sanpaolo e infine, entro 48 ore, la quietanza di pagamento da parte dell’Agenzia delle Entrate”. L’innovazione è stata già introdotta con successo, oltre che a Gallarate, anche dai Comuni di Milano e Napoli. Nel Comune partenopeo c’è anche la possibilità- per la prima volta in Italia- di effettuare il pagamento delle rate della Tari 2018 direttamente dal sito internet dell’ente, mediante una carta di credito.

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.