Ultime notizie

IMU E TASI 2018, IL RAVVEDIMENTO E’ ALLA PORTATA DI TUTTI I CONTRIBUENTI CON CALCOLOIUC

IMU E TASI 2018, IL RAVVEDIMENTO E’ ALLA PORTATA DI TUTTI I CONTRIBUENTI CON CALCOLOIUC

19 Giugno 2018

Avete dimenticato di effettuare il versamento dell’acconto Imu e Tasi entro la scadenza del 18 giugno? Potrete rimediare subito...

BERGAMO, LA TARI SI PAGA SU LINKMATE

BERGAMO, LA TARI SI PAGA SU LINKMATE

11 Giugno 2018

I contribuenti bergamaschi hanno la possibilità di pagare la Tari online accedendo a LINKmate sul portale del Comune. Lo...

NAPOLI, I TRIBUTI LOCALI SI PAGANO ONLINE CON CARTA DI CREDITO

NAPOLI, I TRIBUTI LOCALI SI PAGANO ONLINE CON CARTA DI CREDITO

10 Giugno 2018

I contribuenti napoletani possono pagare online Imu, Tasi e Tari semplicemente con l’utilizzo di una carta di credito.Tassa sui...

IMU E TASI, ECCO IL VADEMECUM PER L’ACCONTO

IMU E TASI, ECCO IL VADEMECUM PER L’ACCONTO

10 Giugno 2018

Per calcolare l’importo dell’acconto di Imu e Tasi i contribuenti possono usufruire di CALCOLOIUC2018, il software di Advanced Systems.Tassa...

Il Comune di Martina Franca punta sulla digitalizzazione della pubblica amministrazione. Uno dei capisaldi del processo di digitalizzazione in atto è la progressiva dematerializzazione degli avvisi di pagamento dei tributi locali, oltre al futuro utilizzo di canali di pagamento online.

Per incentivare i cittadini all’uso del digitale il Comune di Martina ha concesso un bonus di 5 euro ai contribuenti che utilizzano LINKmate sul portale dell’ente. Una soluzione analoga a quella sperimentata recentemente al Comune di Gallarate, definito “ente virtuoso” dal commissario per l’Attuazione dell’Agenda Digitale Diego Piacentini. “Abbiamo introdotto il bonus sulla Tari- spiega Stefano Coletta, vicesindaco di Martina Franca con delega alla Programmazione Finanziaria- insieme ad altre esenzioni, in altri settori della pubblica amministrazione, proprio per la nostra attenzione all’agenda digitale. Si tratta di esenzioni minime ma significative. Da pochi giorni abbiamo avviato un’altra iniziativa che rientra in questo discorso”.

Quale?

“Abbiamo inviato 800 avvisi Tari via Pec alle utenze non domestiche. In questo modo puntiamo a ridurre i costi per l’amministrazione. Basti pensare che solo per la postalizzazione spendiamo 70mila euro. E’ una cifra enorme che potremmo sfruttare per offrire un servizio migliore o per diminuire il costo della Tari per i contribuenti. Se riusciamo ad abbattere un costo come questo ci sono, quindi, 70mila euro a disposizione dei cittadini. Il nostro obiettivo è quello di arrivare, nel giro di due anni, alla totale dematerializzazione delle cartelle. LINKmate è necessario e propedeutico all’introduzione di PagoPA- a partire dall’anno prossimo- e poi alla dematerializzazione. Abbiamo istituito anche un assessorato all’Innovazione, alla Partecipazione e agli Open Data, con un ufficio ed una struttura operativa che si occupa di digitalizzazione. Puntiamo a realizzare un portale nel quale i cittadini potranno fare tutto online. Il cittadino non avrà solo la possibilità di andare su LINKmate per scaricare la bolletta Tari e poi pagarla, ma potrà fare online anche il pagamento- tramite PagoPA- e la richiesta di riduzione. Già oggi è possibile inviare tramite PEC la richiesta di riduzione, senza recarsi al protocollo. Noi vogliamo un portale dove si possa fare tutto senza nemmeno mandare la mail e con LINKmate questo si può fare. Ai cittadini che utilizzeranno PagoPA dal 2019 daremo un altro bonus che potrebbe essere anche più sostanzioso di quello di quest’anno. Se mi consente la definizione, vorrei dire che passeremo dalla Tari alla Tarip, cioè Tari più PagoPA”.

Per quest’anno quali sono gli altri obiettivi?

“Abbiamo già approvato il Bilancio entro la scadenza. E’ la prima volta che accade a Martina. Siamo riusciti a diminuire le tariffe Tari del 15%. Per questo mi ha chiamato poco fa un imprenditore che ha un capannone di 800 metri quadri e mi ha detto: “Per la prima volta ho ricevuto una bolletta Tari di 450 euro in meno rispetto all’anno scorso”. Siamo un Comune virtuoso”.

Attiverete anche l’imposta di soggiorno?

“Si. La applicheremo dal 1° gennaio 2019. Abbiamo fatto una concertazione di tre mesi con le associazioni di categoria. Le strutture ricettive sono favorevoli. Nel prossimo consiglio comunale sarà già approvato il regolamento. E poi avremo 8 mesi per iniziare a gestirla e per preparare tutto”.

Al Comune di Martina Franca sono tutti sintonizzati sulla stessa lunghezza d’onda. "La spedizione telematica degli 800 avvisi Tari alle utenze non domestiche- spiega l'assessore all'Innovazione, Valentina Lenoci- è un importante passo in avanti in termini di digitalizzazione e innovazione. Ciò, infatti, ha significato per l'Ente un importante risparmio delle spese sulla postalizzazione e una maggiore celerità e sicurezza nell'invio dei bollettini di pagamento. Obiettivo di tutti, ente e cittadini, deve essere quello di rafforzare le comunicazioni informatiche al fine di poter usufruire dei vantaggi degli ausili informatici in termini di risparmio e di diminuzione dello spreco della carta". “Si ricorda inoltre- si legge sul portale comunale- che i cittadini possono utilizzare la propria Pec comunicandola al Protocollo del Comune al fine poter usufruire di tutti i vantaggi che oggi l'informatizzazione consente. I titolari di utenze domestiche e non domestiche possono iscriversi a Linkmate sul sito del Comune per comunicare con l'ufficio e per verificare la loro posizione tributaria con tutti i vantaggi di tempi e costi che ne conseguono”. 

    

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.