Ultime notizie

IMMOBILI STRUMENTALI, LA DEDUCIBILITA’ IMU PASSA DAL 20% AL 40%

IMMOBILI STRUMENTALI, LA DEDUCIBILITA’ IMU PASSA DAL 20% AL 40%

16 Gennaio 2019

Dal 2019 l’Imu che imprese e professionisti versano sugli immobili strumentali è deducibile dalle imposte sui redditi in misura...

IMU E TASI, RISCHIO AUMENTI IN MOLTI COMUNI DAL 2019

IMU E TASI, RISCHIO AUMENTI IN MOLTI COMUNI DAL 2019

06 Gennaio 2019

La mancata conferma del blocco degli aumenti dei tributi locali sembra destinata a ripercuotersi soprattutto sul mattone.Imposta Municipale UnicaModello...

TRIBUTI LOCALI, VIA IL BLOCCO DEGLI AUMENTI

TRIBUTI LOCALI, VIA IL BLOCCO DEGLI AUMENTI

27 Dicembre 2018

Dal 2019 il blocco degli aumenti di imposte e tasse locali non sarà più applicato.Imposta Municipale UnicaModello F24 unificato...

FALCONARA MARITTIMA, LINKMATE TRA I SERVIZI PRESENTATI DAL COMUNE NELLA GIORNATA DELLA TRASPARENZA

FALCONARA MARITTIMA, LINKMATE TRA I SERVIZI PRESENTATI DAL COMUNE NELLA GIORNATA DELLA TRASPARENZA

18 Dicembre 2018

Duecentomila visite al portale web del Comune ed oltre 4mila follower alla pagina Facebook, fino agli strumenti dedicati a...

“A Sorrento il 100% degli albergatori utilizza Tourist Tax”. Giulio Bifani, dirigente responsabile dell'Ufficio Tributi del Comune di Sorrento, illustra i vantaggi che derivano dall'applicativo per la gestione dell'imposta di soggiorno. “Da noi- spiega Bifani- non c'è ancora l'obbligo della comunicazione digitale dei dati delle presenze, da parte degli esercenti, ma Tourist Tax semplifica la vita a tutti. E perciò tutti gli albergatori hanno deciso di utilizzarlo, mentre per l'extraalberghiero siamo al 90%. I risultati sono soddisfacenti. C'è possibilità di controllare meglio e di intervenire tempestivamente. Gli albergatori si sono abituati bene”.

Quali risultati ha prodotto finora l'imposta di soggiorno?

“Nel 2017 abbiamo incassato 3milioni58mila euro. L'imposta di soggiorno ci consente di programmare maggiori interventi di spesa sul territorio.Per il 2018prevediamo di incassare circa 5,5 milioni di euro. Ripartiremo il 1° aprile. Quest'anno abbiamo aumentato le tariffe. Per i 5 stelle, ad esempio, siamo passati da 2 a 4 euro. E i 4 stelle da 1,50 a 3 euro. Mentre per l'extraalberghiero siamo passati a 3 euro, fatta eccezione per i campeggi e gli ostelli. In questo modo pensiamo di incrementare gli incassi. L'imposta di soggiorno è l'unica che abbiamo potuto aumentare mentre le altre sono bloccate. Perciò le entrate maggiori possono essere garantite dall'imposta di soggiorno che, comunque, è vincolata da interventi sul territorio per il turismo. In ogni caso ci permette maggiori interventi di spesa”.

Gli esercenti che utilizzano Tourist Tax possono avvalersi anche di PagoPA. Quali riscontri avete avuto lo scorso anno?

“Per PagoPA ci sono riscontri positivi. Noi spingiamo ad avvalersene perché si hanno sempre le ricevute nel proprio cassetto fiscale e le posizioni si chiudono automaticamente senza dover attendere il riscontro da parte dell'ente. E poi è un fatto culturale. I giovani lo usano perché sono abituati agli acquisti su internet. Piano piano stiamo incrementando i pagamenti con PagoPA su Linkmate. Per gli albergatori siamo intorno al 35% mentre per gli altri siamo al 40%. Da quest'anno pensiamo di adottare PagoPA anche per i pagamenti spontanei come le mense scolastiche e il trasporto scolastico, mentre per gli altri usiamo ancora F24”. 

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.