Ultime notizie

IL COMUNE DI TARANTO HA ATTIVATO LINKMATE

IL COMUNE DI TARANTO HA ATTIVATO LINKMATE

02 Luglio 2019

Il Comune di Taranto punta sull’innovazione tecnologica. La digitalizzazione dei tributi locali è un imperativo categorico per l’amministrazione comunale,...

IMU E TASI, CON CALCOLOIUC2019 C'E' IL RAVVEDIMENTO PER I RITARDATARI

IMU E TASI, CON CALCOLOIUC2019 C'E' IL RAVVEDIMENTO PER I RITARDATARI

19 Giugno 2019

Se non avete effettuato il versamento dell’acconto Imue Tasi entro la scadenza del 17 giugno, potete rimediare utilizzando CALCOLOIUC2019. ...

IMU E TASI, ECCO IL VADEMECUM PER L’ACCONTO DEL 17 GIUGNO

IMU E TASI, ECCO IL VADEMECUM PER L’ACCONTO DEL 17 GIUGNO

16 Giugno 2019

La scadenza dei termini per il versamento dell’acconto Imu e Tasi è fissata per lunedì 17 giugno 2019.Tassa sui...

POMIGLIANO D’ARCO, L’ASSESSORE AL BILANCIO CAPRIOLI: “CON PAGOF24 FACILITIAMO I PAGAMENTI E VELOCIZZIAMO LA MACCHINA COMUNALE”

POMIGLIANO D’ARCO, L’ASSESSORE AL BILANCIO CAPRIOLI: “CON PAGOF24 FACILITIAMO I PAGAMENTI E VELOCIZZIAMO LA MACCHINA COMUNALE”

13 Giugno 2019

L’assessore al Bilancio del Comune di Pomigliano d’Arco Vincenzo Caprioli commenta la recente introduzione del software PagoF24, che consente...

I contribuenti di Pozzuoli hanno ottenuto una netta riduzione della Tari, rispetto al 2016. E gli stessi contribuenti hanno a disposizione LINKmate per scaricare facilmente tutti gli atti relativi alla tassa sui rifiuti. Lo comunica l'amministrazione comunale.

“In questi giorni i contribuenti- si legge sul portale del Comune di Pozzuoli- hanno ricevuto gli avvisi di pagamento relativi alla tassa sui rifiuti (Tari 2017) con pagamento da eseguirsi in 4 rate con scadenze, rispettivamente, il 30/09/2017, il 30/11/2017, il 31/01/2018 ed il 31/03/2018. I predetti atti, oltre a contenere la riduzione delle tassa rispetto al 2016, in media del 15%, recano un’altra buona notizia per 248 contribuenti. Per 227 famiglie e 21 attività produttive, infatti, gli uffici hanno riconosciuto un credito d’imposta complessivo per circa 50mila euro”. Sul portale comunale viene poi spiegato da che cosa deriva il credito per i 248 contribuenti. “Detto credito- si legge sul sito- nasce dal pagamento in misura superiore rispetto a quanto dovuto per l’annualità 2016 che gli uffici hanno restituito anche in assenza di richiesta da parte dei contribuenti. Si pensi, ad esempio, al caso in cui una famiglia composta da 4 persone a fine novembre 2016 ha ridotto a 3 i suoi componenti ma ha ugualmente versato la tassa per l’intero anno per 4 persone; in tal caso, gli uffici hanno operato automaticamente la variazione (senza alcun aggravio di obbligo di denuncia per i contribuenti) ed hanno riconosciuto il relativo credito nell’avviso di pagamento del 2017. Inoltre sono state riconosciute agevolazioni a 761 nuclei familiari consistenti nella maggior parte dei casi nell’esenzione dal pagamento della tassa ovvero nella riduzione del 30% o del  50% dell’importo dovuto; rispetto all’anno 2016 sono state analizzate 129 domande in più (61 provenienti dai servizi sociali e 68 presentate al Servizio Fiscalità Locale) e sono state accolte 106 domande in più (61 provenienti dai servizi sociali e 45 presentate al Servizio Fiscalità Locale). Per gli utenti abilitati al servizio Linkmate è possibile scaricare gli atti direttamente accedendo al predetto servizio dal sito internet istituzionale dell’Ente www.comune.pozzuoli.na.it, sezione “fiscalità locale e riscossione canoni idrici”.

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.