Ultime notizie

IMU E TASI, PER LA CASSAZIONE NON C’E’ OBBLIGO DI CONTRADDITTORIO PRIMA DEGLI AVVISI DI ACCERTAMENTO

IMU E TASI, PER LA CASSAZIONE NON C’E’ OBBLIGO DI CONTRADDITTORIO PRIMA DEGLI AVVISI DI ACCERTAMENTO

16 Novembre 2018

La Cassazione si pronuncia sul contraddittorio preventivo in materia di accertamento dei tributi locali.Imposta Municipale Unica

VERONA, I SERVIZI SCOLASTICI SI PAGANO ANCHE CON LO SMARTPHONE

VERONA, I SERVIZI SCOLASTICI SI PAGANO ANCHE CON LO SMARTPHONE

10 Novembre 2018

I contribuenti veronesi possono pagare anche con lo smartphone la mensa e il trasporto scolastico, grazie ai servizi SPID...

SIRACUSA, SU LINKMATE ISTANZA DI RIMBORSO TARI PER I CONTRIBUENTI

SIRACUSA, SU LINKMATE ISTANZA DI RIMBORSO TARI PER I CONTRIBUENTI

08 Novembre 2018

I contribuenti siracusani che hanno diritto al rimborso per un errato calcolo della Tari potranno presentare l’istanza su LINKmate....

IL VICESINDACO DI RIPALIMOSANI: “CON LINKMATE E PAGOPA TUTTO PIU’ FACILE PER I CITTADINI”

IL VICESINDACO DI RIPALIMOSANI: “CON LINKMATE E PAGOPA TUTTO PIU’ FACILE PER I CITTADINI”

25 Ottobre 2018

“Se tutti i cittadini utilizzeranno Pago PA e LINKmate non avremo più il problema di controllare le entrate né...

L’area edificabile utilizzata come spazio di manovra e di stoccaggio per un capannone industriale è qualificata come pertinenziale ai fini Imu, anche se non è stata dichiarata come tale nella denuncia tributaria. Lo ha sancito una sentenza della commissione tributaria provinciale di Vicenza. La sentenza è riferita al caso di un’impresa di lavorazione di calcestruzzi dotata di un capannone industriale con un’ampia area scoperta. Quest’ultima, qualificata come edificabile, era stata considerata come pertinenza del capannone e, perciò, non soggetta a Imu. Il Comune territorialmente competente ha accertato l’omesso pagamento dell’Imu sul suolo edificatorio, rilevando anche che l’area non era stata dichiarata come pertinenziale nella denuncia presentata ai fini dell’imposta. La commissione provinciale ha accolto il ricorso dell’ente, giudicando che la condizione di pertinenzialità era stata ampiamente comprovata dal contribuente. “Al momento dell’acquisto- fa rilevare la Ctp di Vicenza- era stato indicato negli atti che si trattava di unità pertinenziale al fabbricato di impresa. L’intero compendio risulta recintato e il suolo di cui si discute è pavimentato in calcestruzzo, per renderlo idoneo come area di manovra degli automezzi”. In conclusione viene riconosciuta, dunque, la condizione pertinenziale poiché la dimostrazione dei requisiti sostanziali dell’area in questione consente di superare la mancata indicazione in dichiarazione.  

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.