Ultime notizie

L’ASSESSORE DEL COMUNE DI VERONA TOFFALI: “CON LINKMATE CITTA’ SEMPRE PIU’ SMART”

L’ASSESSORE DEL COMUNE DI VERONA TOFFALI: “CON LINKMATE CITTA’ SEMPRE PIU’ SMART”

23 Maggio 2018

I contribuenti veronesi hanno la possibilità di compilare online le dichiarazioni Imu e Tasi. E, per farlo, utilizzeranno LINKmate,...

POZZUOLI, L’ASSESSORE AL BILANCIO GIANLUCA LIGUORI: “CON PAGOPA NIENTE PIU’ ERRORI NEI PAGAMENTI”

POZZUOLI, L’ASSESSORE AL BILANCIO GIANLUCA LIGUORI: “CON PAGOPA NIENTE PIU’ ERRORI NEI PAGAMENTI”

09 Maggio 2018

Il Comune di Pozzuoli ha scelto PagoPA. I contribuenti puteolani possono effettuare il pagamento della Tari 2018- ed anche...

BERGAMO, L’ASSESSORE GIACOMO ANGELONI: “I  PAGAMENTI ELETTRONICI AIUTANO I CITTADINI E I COMUNI”

BERGAMO, L’ASSESSORE GIACOMO ANGELONI: “I PAGAMENTI ELETTRONICI AIUTANO I CITTADINI E I COMUNI”

08 Maggio 2018

“PagoPA semplifica la vita ai cittadini e in questo modo si raggiunge l’obiettivo principale. Ma, nello stesso tempo, semplifica...

BERGAMO, LA TARI SI PAGA SUL WEB CON PAGOPA E LINKMATE

BERGAMO, LA TARI SI PAGA SUL WEB CON PAGOPA E LINKMATE

02 Maggio 2018

I contribuenti bergamaschi hanno un’altra possibilità per il pagamento della Tari, oltre a quelle consuete. Nel 2018 a Bergamo...

L’area edificabile utilizzata come spazio di manovra e di stoccaggio per un capannone industriale è qualificata come pertinenziale ai fini Imu, anche se non è stata dichiarata come tale nella denuncia tributaria. Lo ha sancito una sentenza della commissione tributaria provinciale di Vicenza. La sentenza è riferita al caso di un’impresa di lavorazione di calcestruzzi dotata di un capannone industriale con un’ampia area scoperta. Quest’ultima, qualificata come edificabile, era stata considerata come pertinenza del capannone e, perciò, non soggetta a Imu. Il Comune territorialmente competente ha accertato l’omesso pagamento dell’Imu sul suolo edificatorio, rilevando anche che l’area non era stata dichiarata come pertinenziale nella denuncia presentata ai fini dell’imposta. La commissione provinciale ha accolto il ricorso dell’ente, giudicando che la condizione di pertinenzialità era stata ampiamente comprovata dal contribuente. “Al momento dell’acquisto- fa rilevare la Ctp di Vicenza- era stato indicato negli atti che si trattava di unità pertinenziale al fabbricato di impresa. L’intero compendio risulta recintato e il suolo di cui si discute è pavimentato in calcestruzzo, per renderlo idoneo come area di manovra degli automezzi”. In conclusione viene riconosciuta, dunque, la condizione pertinenziale poiché la dimostrazione dei requisiti sostanziali dell’area in questione consente di superare la mancata indicazione in dichiarazione.  

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.