Ultime notizie

CESENA, PER GLI AVVISI TARI C’E’ LINKMATE A DISPOSIZIONE DEI CONTRIBUENTI

CESENA, PER GLI AVVISI TARI C’E’ LINKMATE A DISPOSIZIONE DEI CONTRIBUENTI

26 Luglio 2019

I contribuenti cesenati che non sono ancora in possesso del modello F24 per il pagamento della Tari possono rimediare...

PAGOPA, IL CONSORZIO DI BONIFICA DELLA MEDIA PIANURA BERGAMASCA NELLA TOP TEN DEGLI ENTI CREDITORI

PAGOPA, IL CONSORZIO DI BONIFICA DELLA MEDIA PIANURA BERGAMASCA NELLA TOP TEN DEGLI ENTI CREDITORI

24 Luglio 2019

Il progetto PagoPA ha fatto registrare una crescita vertiginosa negli ultimi 12 mesi.Tassa sui Servizi IndivisibiliTassa sui RifiutiImposta Municipale...

PULSANO, I TRIBUTI SONO A PORTATA DI CLICK CON LINKMATE E PAGOPA

PULSANO, I TRIBUTI SONO A PORTATA DI CLICK CON LINKMATE E PAGOPA

23 Luglio 2019

“Oggi abbiamo ricevuto per la prima volta un pagamento con PagoPA da parte di un contribuente. Si tratta di...

LINKMATE, QUASI 3000 ISCRIZIONI IN POCHI GIORNI A TARANTO

LINKMATE, QUASI 3000 ISCRIZIONI IN POCHI GIORNI A TARANTO

22 Luglio 2019

Ai contribuenti tarantini piace Linkmate. Dopo 2 settimane dalla sua attivazione, lo sportello telematico ha fatto registrare già un...

Il 19 gennaio prossimo il Comune di Falconara Marittima presenterà ufficialmente LINKmate alla cittadinanza, ai CAF ed ai commercialisti locali. Lo annuncia l'assessore al Bilancio ed alle politiche di informatizzazione Raimondo Mondaini.

“Abbiamo già verificato- prosegue l'assessore- che si tratta di uno strumento utile a tutti i cittadini, perché ci è stata data la possibilità di avere una dimostrazione del suo funzionamento. Ci siamo resi conto che può essere utile per i contribuenti per evitare la coda o comunque l'accesso diretto agli uffici comunali. E, nello stesso tempo, aiuta anche il Comune perché consente ai funzionari di evitare di dover affrontare una pluralità di argomenti. La diffusione dell'utilizzo di LINKmate, quindi, sarà una buona notizia per tutti”.

Il Comune di Falconara Marittima è stato il primo nelle Marche a gestire autonomamente la riscossione coattiva. Si è rivelata una scelta positiva?

“Abbiamo intrapreso questa strada nel 2009. E' stata un'esperienza impegnativa che, però, ci ha dato una serie di soddisfazioni. Avere il controllo delle entrate, per quanto riguarda la riscossione, con i vincoli di contabilità che ci sono oggi è un aspetto molto importante”.

I Comuni lamentano spesso la penuria di risorse e di trasferimenti da parte dello Stato. Condivide la posizione degli altri enti?

“Anche a Falconara si avverte questo problema. Ci sono due tipi di incertezze. Innanzitutto c'è una questione che riguarda l'entità delle risorse. Ogni anno, nel passaggio da una finanziaria all'altra, non c'è mai la certezza che le risorse vengano riconfermate o che la riduzione fissata dalle norme sia contenuta entro i limiti previsti. In secondo luogo, c'è un altro aspetto che riguarda la tempistica dell'erogazione di queste somme. Questo problema mette in difficoltà i Comuni che spesso devono affrontare importanti mancanze di liquidità”.

L'abolizione della Tasi sull'abitazione principale si è fatta sentire per l'ente?

“Ci ha danneggiato così come la maggior parte degli enti locali, perché il trasferimento di risorse da parte dello Stato, che doveva sopperire alla mancanza di quest'entrata, non è stato perfettamente allineato. Anche se, a dire il vero, in parte ce lo aspettavamo. C'è stata una riduzione del Fondo Imu-Tasi, che è già iniziata due anni fa e speriamo che non ci riservi altre sorprese nel 2017”.  

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.