Ultime notizie

LECCO, GLI AVVISI TARI SONO SU LINKMATE

LECCO, GLI AVVISI TARI SONO SU LINKMATE

24 Settembre 2018

Per i contribuenti di Lecco si avvicina la scadenza della seconda rata della Tari. E l’amministrazione comunale ricorda agli...

IMU, LA RESIDENZA “DI FATTO” NON ESONERA DAL PAGAMENTO

IMU, LA RESIDENZA “DI FATTO” NON ESONERA DAL PAGAMENTO

21 Settembre 2018

L’esonero dal pagamento dell’Imu scatta solo nei casi in il proprietario dimora abitualmente e risiede anagraficamente nell’immobile che dichiara...

IMU, L’ESENZIONE NON VALE PER IL GARAGE SE E’ LONTANO DALLA PRIMA CASA

IMU, L’ESENZIONE NON VALE PER IL GARAGE SE E’ LONTANO DALLA PRIMA CASA

12 Settembre 2018

L’esenzione Imu per il garage non può essere riconosciuta se la distanza dall’abitazione principale è tale che il vincolo...

NAPOLI, L’ASSESSORE COMUNALE PANINI: “CON LE DICHIARAZIONI TARI ONLINE FACILITIAMO I CONTRIBUENTI”

NAPOLI, L’ASSESSORE COMUNALE PANINI: “CON LE DICHIARAZIONI TARI ONLINE FACILITIAMO I CONTRIBUENTI”

04 Settembre 2018

Dallo scorso mese di luglio, il Comune di Napoli ha informatizzato le dichiarazioni sulla Tari.Tassa sui Servizi IndivisibiliTassa sui...

I contribuenti triestini hanno due possibilità per usufruire di CALCOLOIUC. Il software è utilizzabile sul sito del Comune di Trieste ed anche sul portale di Esatto SPA, la società che gestisce le entrate dell'ente.

“E' uno strumento- spiega Giulio Curiel, direttore generale di Esatto- che permette ai cittadini di calcolare l'importo dei tributi sugli immobili anche quando non ricevono la bollettazione del Comune. A Trieste facciamo gli F24. Ma c'è una categoria che noi non bollettiamo. Ad esempio, i contribuenti che hanno aliquote agevolate. Per questi cittadini, CALCOLOIUC è una notevole opportunità. Ma lo è anche per tutti gli altri”.

- Quanti sono i contribuenti a Trieste?

“I cittadini soggetti al pagamento dell'Imu sono circa 35mila. Mentre, con la Tasi sull'abitazione principale, si arrivava a quota 110mila. Tra i 35mila dell'Imu, posso stimare che oltre il 10% utilizzi CALCOLOIUC. Anche se si tratta di una stima del tutto arbitraria. Sa qual è il vantaggio principale di questo strumento?”.

- Dica pure.

“Molto spesso ci sono differenze nei calcoli tra noi e i patronati. Oppure tra noi e i commercialisti che non sono sempre aggiornatissimi sulle novità legislative. E allora CALCOLOIUC serve ai contribuenti per effettuare le verifiche. In sintesi, possono calcolare l'importo, verificando l'importo da noi inviato, senza recarsi presso gli uffici comunali. Perciò quelli che utilizzano CALCOLOIUC non hanno bisogno di venire da noi. Per questa ragione, ed anche per quelle che riguardano la mancata bollettazione da parte del Comune, è uno strumento addizionale molto importante a beneficio dei cittadini”.

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.