Ultime notizie

PAGOPA, QUASI 7 MILIONI DI TRANSAZIONI IN DUE ANNI

PAGOPA, QUASI 7 MILIONI DI TRANSAZIONI IN DUE ANNI

20 Febbraio 2018

“Per pagare basta un click”. Lo slogan scelto da Diego Piacentini per PagoPA sintetizza efficacemente il primo vantaggio derivante...

TRIBUTI LOCALI, RISCOSSIONE INTEGRALE ANCHE DOPO L’IMPUGNAZIONE

TRIBUTI LOCALI, RISCOSSIONE INTEGRALE ANCHE DOPO L’IMPUGNAZIONE

15 Febbraio 2018

Ici, Imu, Tasi e gli altri tributi locali si riscuotono per intero dopo l’accertamento, anche se l’atto viene impugnato....

IL COMMISSARIO PER L’AGENDA DIGITALE PIACENTINI: “CON PAGOPA SI SEMPLIFICA LA VITA DEI CITTADINI”

IL COMMISSARIO PER L’AGENDA DIGITALE PIACENTINI: “CON PAGOPA SI SEMPLIFICA LA VITA DEI CITTADINI”

13 Febbraio 2018

“Con PagoPA il Comune di Gallarate ha introdotto il concetto, che esiste anche in economia, di beneficio digitale”. Il...

MARTINA FRANCA, BONUS DI 5 EURO SULLA TARI PER CHI USA LINKMATE

MARTINA FRANCA, BONUS DI 5 EURO SULLA TARI PER CHI USA LINKMATE

05 Febbraio 2018

I contribuenti di Martina Franca che utilizzeranno LINKMATE avranno uno sconto sulla Tari 2018. E’ una delle modifiche al...

Per un contratto di locazione finanziaria già rescisso, il pagamento dell'Imu spetta al proprietario dell'immobile solo se c'è stata la riconsegna del bene. Il presupposto dell'imposta è, infatti, il possesso dell'immobile, un requisito che non sussiste sino alla riconsegna del bene, nonostante il contratto di leasing sia venuto meno. Lo ha sancito la Ctp di Reggio Emilia, in una sentenza relativa al caso di un immobile concesso in locazione finanziaria, il cui contratto era cessato senza, però, la riconsegna dell'immobile da parte del locatario. La società di leasing, proprietaria dell'immobile, aveva provveduto al pagamento dell'acconto dell'Imu 2012, per poi chiederla a rimborso, ricevendo un rifiuto da parte del Comune. Da qui l'avvio del contenzioso e, infine, l'accoglimento del ricorso della stessa società contro il mancato rimborso da parte di un Comune reggiano.

La commissione tributaria ha chiarito che, ai fini del pagamento dell'Imu, è indispensabile il requisito del possesso del bene, oltre alla titolarità di un diritto reale sullo stesso bene. Nel caso esaminato, non essendo avvenuta la riconsegna, la sola cessazione del contratto non poteva, secondo il giudice, determinare l'obbligo del pagamento per il proprietario. La sentenza fa riferimento all'articolo 9 del decreto legislativo 23/2011, secondo cui può essere considerato “soggetto passivo dell'imposta solo il titolare di un diritto reale immobiliare che goda anche il possesso dell'immobile”. La società di leasing ricorrente ha dunque diritto al rimborso perché “il contratto era stato sì rescisso dalla curatela fallimentare, ma l'immobile non era stato riconsegnato al proprietario, il quale non ne godeva pertanto del possesso”.   

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.