Ultime notizie

IMU, LA RESIDENZA “DI FATTO” NON ESONERA DAL PAGAMENTO

IMU, LA RESIDENZA “DI FATTO” NON ESONERA DAL PAGAMENTO

21 Settembre 2018

L’esonero dal pagamento dell’Imu scatta solo nei casi in il proprietario dimora abitualmente e risiede anagraficamente nell’immobile che dichiara...

IMU, L’ESENZIONE NON VALE PER IL GARAGE SE E’ LONTANO DALLA PRIMA CASA

IMU, L’ESENZIONE NON VALE PER IL GARAGE SE E’ LONTANO DALLA PRIMA CASA

12 Settembre 2018

L’esenzione Imu per il garage non può essere riconosciuta se la distanza dall’abitazione principale è tale che il vincolo...

NAPOLI, L’ASSESSORE COMUNALE PANINI: “CON LE DICHIARAZIONI TARI ONLINE FACILITIAMO I CONTRIBUENTI”

NAPOLI, L’ASSESSORE COMUNALE PANINI: “CON LE DICHIARAZIONI TARI ONLINE FACILITIAMO I CONTRIBUENTI”

04 Settembre 2018

Dallo scorso mese di luglio, il Comune di Napoli ha informatizzato le dichiarazioni sulla Tari.Tassa sui Servizi IndivisibiliTassa sui...

BERGAMO, PAGAMENTI ELETTRONICI A GONFIE VELE E 20MILA ACCESSI A LINKMATE

BERGAMO, PAGAMENTI ELETTRONICI A GONFIE VELE E 20MILA ACCESSI A LINKMATE

27 Agosto 2018

Dopo quasi due mesi dalla scadenza della prima rata della Tari, per il Comune di Bergamo è già tempo...

Il 16 giugno è l'ultimo giorno entro cui pagare l'acconto dell'Imu e della Tasi per l'anno d'imposta 2015. Anche quest'anno con CalcoloIUC di Riscotel i contribuenti potranno facilmente determinare il dovuto da versare e stamparsi comodamente il modello F24 semplificato compilato.

Così come per il 2014 anche per quest'anno l'Imu non dovrà essere pagata dai proprietari di abitazioni principali con l'unica eccezione degli immobili iscritti nel catasto nelle categorie A1,A8,A9. L'abitazione principale invece sarà soggetta alla Tasi per tutte le categorie catastali da A1 a A9, sempre che il Comune non abbia deliberato diversamente.

Come si calcola l'acconto Imu e Tasi?

Se il Comune in cui sono ubicati i propri immobili non ha deliberato nulla sull'Imu e la Tasi nel 2015, l'acconto di entrambi i tributi dovrà essere calcolato considerando le aliquote e le eventuali detrazioni del 2014. Dovrà dunque essere versato il 50% di quanto pagato nei 12 mesi dell'anno d'imposta precedente. Resta salva la possibilità per i contribuenti di poter effettuare i versamenti entro il 16 giungo anche in un'unica soluzione purché l'amministrazione comunale abbia adottato le nuove delibere.

Utilizzando CalcoloIUC 2015 di Riscotel il calcolo dell'acconto Imu e Tasi viene facilitato notevolmente. Inserendo semplici informazioni come la rendita dell'immobile e la propria percentuale di possesso, si puo', in pochi click, conoscere il dovuto da versare entro il 16 giugno (facendo sempre attenzione a verificare che le aliquote presenti nel servizio siano quelle effettivamente deliberate dal Comune).

Come si paga l'acconto Imu e Tasi?

Per il pagamento dell'Imu e della Tasi è possibile utilizzare il Modello F24 che viene automaticamente stampato utilizzando CalcoloIUC 2015 e recarsi alle Poste oppure agli appositi sportelli della propria banca di fiducia. 

Se ho dimenticato di pagare l'acconto Imu e Tasi entro il 16 giugno?

Tutti i contribuenti che non riescono ad effettuare il pagamento dell'imposta municipale unica e della tassa sui servizi indivisibili entro la data di acconto, posso regolarizzare la propria posizione tramite l'istituto del ravvedimento operoso. Dal 17 giugno fino al 1° luglio (Ravvedimento Sprint) sarà infatti applicata una mini sanzione dello 0,2% per ogni giorno di ritardo, oltre all'imposta dovuta e agli interessi legali il cui attuale saggio è dello 0,5%.

CalcoloIUC 2015 dal 17 giugno in automatico consentirà al contribuente ritardatario di ravvedersi spuntando sull'apposita casella "Ravvedimento" dopo aver effettuato il calcolo del dovuto.

Leggi anche:

 

 

 

 

 

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.