Ultime notizie

PAGOPA, QUASI 7 MILIONI DI TRANSAZIONI IN DUE ANNI

PAGOPA, QUASI 7 MILIONI DI TRANSAZIONI IN DUE ANNI

20 Febbraio 2018

“Per pagare basta un click”. Lo slogan scelto da Diego Piacentini per PagoPA sintetizza efficacemente il primo vantaggio derivante...

TRIBUTI LOCALI, RISCOSSIONE INTEGRALE ANCHE DOPO L’IMPUGNAZIONE

TRIBUTI LOCALI, RISCOSSIONE INTEGRALE ANCHE DOPO L’IMPUGNAZIONE

15 Febbraio 2018

Ici, Imu, Tasi e gli altri tributi locali si riscuotono per intero dopo l’accertamento, anche se l’atto viene impugnato....

IL COMMISSARIO PER L’AGENDA DIGITALE PIACENTINI: “CON PAGOPA SI SEMPLIFICA LA VITA DEI CITTADINI”

IL COMMISSARIO PER L’AGENDA DIGITALE PIACENTINI: “CON PAGOPA SI SEMPLIFICA LA VITA DEI CITTADINI”

13 Febbraio 2018

“Con PagoPA il Comune di Gallarate ha introdotto il concetto, che esiste anche in economia, di beneficio digitale”. Il...

MARTINA FRANCA, BONUS DI 5 EURO SULLA TARI PER CHI USA LINKMATE

MARTINA FRANCA, BONUS DI 5 EURO SULLA TARI PER CHI USA LINKMATE

05 Febbraio 2018

I contribuenti di Martina Franca che utilizzeranno LINKMATE avranno uno sconto sulla Tari 2018. E’ una delle modifiche al...

Come previsto dal comma 708 della Legge 147 del 27 dicembre 2013 (Legge di Stabilità 2014) dall'anno di imposta 2014 i Fabbricati Rurali Strumentali non sono più assoggettati al pagamento dell'IMU. L'esenzione non e' pero' estesa anche alla TASI.

«A decorrere dell'anno 2014, non è dovuta l'imposta municipale propria di cui all'articolo 13 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, e successive modificazioni, relativa ai fabbricati rurali ad uso strumentale di cui al comma 8 del medesimo articolo 13 del decreto-legge n. 201 del 2011» cita l'articolo 708 della Legge di Stabilità 2014 modificando così quanto era stato previsto per il 2012 ed il 2013. Nei due anni precedenti infatti erano esenti dall'IMU solamente i fabbricati rurali strumentali situati nei Comuni che secondo l'elenco Istat erano classificati montani o parzialmente montani.

QUALI SONO I FABBRICATI RURALI STRUMENTALI?

I fabbricati rurali strumentali sono quegli immobili che sono accatastati nella categoria D/10. Nel caso in cui siano iscritti nel catasto in categorie diverse, la caratteristica di ruralità deve risultare dagli atti catastali. Si precisa che le abitazioni cosiddette di lusso, e quindi accatastate nelle categoria A/1, A/8, A/9, in nessun caso possono essere considerate rurali strumentali.

L'art. 9 comma 3 del D.L. 557/1993 (conv. L. n. 133/94) disciplina in maniera dettagliata in quali casi viene riconosciuta la caratteristica di ruralità: «Ai fini fiscali deve riconoscersi carattere di ruralità, alle costruzioni strumentali necessarie allo svolgimento di attività agricola di cui all'articolo 2135 del codice civile e in particolare destinate: 

  • alla protezione delle piante;
  • alla conservazione dei prodotti agricoli;
  • alla custodia delle macchine agricole, degli attrezzi e delle scorte occorrenti per la coltivazione e l’allevamento;
  • all’allevamento e al ricovero degli animali;
  • all’agriturismo;
  • ad abitazione dei dipendenti esercenti attività agricole nell’azienda a tempo indeterminato o a tempo determinato per un numero annuo di giornate lavorative superiore a cento, assunti in conformità alla normativa vigente in materia di collocamento;
  • alle persone addette all’attività di alpeggio in zona di montagna;
  • ad uso di ufficio dell’azienda agricola;
  • alla manipolazione, trasformazione, conservazione, valorizzazione o commercializzazione dei prodotti agricoli, anche se effettuate da cooperative e loro consorzi di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 18 maggio 2001, n. 228;
  • all’esercizio dell’attività agricola in maso chiuso».

Leggi anche:

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.