IMU E TASI, IL MANCATO USO NON FA PERDERE IL BENEFICIO

La Cassazione, infatti, con una sentenza del 2016, ha stabilito che un ente non profit ha diritto all’esenzione Ici se l’immobile, di cui è titolare, è destinato ad attività svolte con modalità non commerciali, anche se non viene utilizzato. Il mancato utilizzo non fa perdere il diritto al trattamento agevolato, a meno che non sia un indizio del mutamento di destinazione del bene. La stessa regola vale anche per Imu e Tasi. Pertanto, il mancato utilizzo di un immobile non esclude il diritto al trattamento agevolato. L’esenzione non spetta qualora l’immobile perda il carattere di strumentalità all’esercizio delle attività considerate oppure esca dalla sfera di disponibilità dell’ente. Dunque prevale la destinazione, “restando irrilevante- si legge nella sentenza- l’eventuale impossibilità temporanea di utilizzo effettivo”.