RAPALLO, DAL 1° APRILE SI PAGA L’IMPOSTA DI SOGGIORNO

“Dal 1° aprile al 31 ottobre- si legge sul sito-, tutti coloro che soggiornano in una struttura ricettiva situata sul territorio del Comune di Rapallo sono soggetti al versamento dell’imposta di soggiorno. Il Comune di Rapallo, per la gestione e il versamento del nuovo tributo, ha adottato un sistema che è un vero e proprio nodo di collaborazione tra Comune e strutture ricettive per la gestione dei flussi turistici. Il software on-line “TouristTax” propone tre diverse modalità di segnalazione delle presenze (Automatica, Dichiarativa e Manuale) in base alla dimensione e al turn-over medio delle strutture e non richiede alcun applicativo da installare presso le strutture ricettive”. Il Comune di Rapallo illustra poi il regolamento dell’imposta. “Sono soggetti all’imposta di soggiorno- si legge ancora sul portale- coloro che alloggiano nelle strutture turistico ricettive ubicate nel territorio del Comune di Rapallo”. L’imposta di soggiorno dovrà essere riscossa anche per gli “affitti brevi”. “Si intendono per strutture ricettive- si legge ancora sul portale- anche quelle il cui esercizio sia occasionale e/o svolto non in forma imprenditoriale e gli immobili utilizzati per le locazioni brevi come definite dall’art. 4 del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50. Il soggetto che incassa il canone o il corrispettivo, ovvero che interviene nel pagamento dei predetti canoni o corrispettivi, è responsabile del pagamento dell’imposta di soggiorno”.