CalcoloIUC 2018 è online: il dovuto Imu-Tasi si potrà calcolare anche per quest’anno d’imposta

 

Banner2018

 

CalcoloIUC 2018 consente di determinare il dovuto dell’IMU e della TASI e di generare e stampare il Modello F24, già compilato in tutti i suoi campi, per effettuare il pagamento delle rate previste così come era possibile anche durante gli scorsi anni d’imposta. Con esso è possibile anche il salvataggio dei dati inseriti per il calcolo, sia sul proprio personal computer sia nell’apposita sezione My Riscotel (accessibile dopo la registrazione al sito Riscotel). Da quando il servizio è nato nel 2012 sono stati notevoli i vantaggi in termini di risparmio economico e di semplificazione di procedura riscontrati sia dai Comuni sia dai contribuenti.

Inoltre con CalcoloIUC 2018 è possibile determinare anche l’imposta di scopol’imposta municipale immobiliare e l’imposta immobiliare semplice nei Comuni che hanno previsto rispettivamente il pagamento dell’ISCOP, dell’IMI e dell’IMIS e che hanno richiesto l’apposita personalizzazione. 

CalcoloIUC 2018: quali sono le novità e dove poterlo utilizzare?

Constatato che la Legge di Bilancio 2018 non ha introdotto novità normative in materia Imu-Tasi e per un più facile utilizzo di CalcoloIUC 2018 da parte dei contribuenti, si è deciso di mantenere la stessa veste grafica e di non implementare nuove funzionalità sul servizio web. 

Per poter utilizzare il servizio CalcoloIUC 2018 per determinare il dovuto IMU  e TASI per l’anno d’imposta 2018 ci si può recare sul sito Riscotel.it e su tutti i siti istituzionali dei Comuni che ne fanno richiesta di utilizzo.

Per avere invece informazioni sul come usare il servizio è possibile consultare le nostre FAQ, mentre per dubbi normativi relativi alla IUC si consiglia di leggere il nostro Ebook.