ESENZIONI IMU, NIENTE DICHIARAZIONI PER COLTIVATORI DIRETTI E IAP

Lo spiega il Ministero dell’Economia e delle Finanze in una risoluzione del 16 giugno scorso.

Dallo scorso anno centinaia di migliaia di contribuenti non devono pagare l’imposta sui terreni agricoli posseduti e coltivati direttamente.

La dichiarazione Imu deve essere presentata solo nei casi in cui ci siano state delle variazioni rispetto a quanto risulta dalle dichiarazioni Ici già presentate, oppure nell’eventualità in cui si siano verificati dei cambiamenti non conoscibili dal Comune. Un esempio è quello di una persona fisica o una società agricola che abbiano acquisito la qualifica di coltivatore diretto o imprenditore agricolo nel corso del 2016. In questo caso, la dichiarazione deve essere presentata segnalando la variazione nella casella 14 del modello Imu.