A VERONA 128000 ACCESSI DEI CONTRIBUENTI A LINKMATE

“Abbiamo calcolato- spiega la Garofolo- tutti gli accessi di coloro che si sono collegati alle banche dati sul sistema, direttamente o tramite il loro commercialista. Soprattutto in prossimità della scadenza dell’ acconto e del saldo ci arrivano, su LINKmate, numerose richieste di sistemazione della banca dati. I contribuenti possono lasciare dei messaggi in bacheca per segnalare eventuali anomalie. In questo modo noi sistemiamo la banca dati e, se il cittadino lascia un indirizzo di posta elettronica, viene anche contattato dagli uffici. Perciò LINKmate aiuta molto i cittadini. Abbiamo incominciato ad utilizzarlo nel 2012. In effetti LINKmate è la fotocopia, sia pure leggermente ristretta, della nostra banca dati”. Con LINKmate i contribuenti veronesi- in tutto 158000 persone fisiche e 7000 persone giuridiche- hanno la possibilità di calcolare facilmente l’importo e di stampare gli F24 per Imu e Tasi. “Nel 2016 abbiamo stampato 15340 F24”, conclude la Garofolo.