L’ASSESSORE AI TRIBUTI DI RAGUSA STEFANO MARTORANA: “CON LINKMATE NIENTE FILE NEI NOSTRI UFFICI”

“LINKmate- prosegue l’assessore- si è rivelato uno strumento molto utile soprattutto nel periodo della bollettazione, quando l’affluenza agli sportelli è più elevata”.

Assessore, tra tutte le funzionalità di LINKmate quale vi ha aiutato maggiormente?

“Anzitutto il fatto che oltre 1500 cittadini hanno potuto stampare gli F24 e pagare comodamente, evitando di recarsi presso gli uffici comunali. Inoltre, i contribuenti possono chiedere tutte le informazioni sui tributi. Lo stiamo utilizzando anche per Imu e Tasi. E i benefici li vedremo con il prossimo saldo. Anche se le informazioni chieste dai cittadini riguardano soprattutto la Tari, che è un tributo più articolato. Ci sono stati quasi 9000 accessi a LINKmate. Eppure il servizio è partito solo pochi mesi fa. Sono cifre che possiamo migliorare ancora. Il contribuente, dopo aver effettuato la registrazione, può sempre acquisire informazioni per il futuro. Promuoveremo ancora LINKmate con i canali di diffusione del Comune e così ci sarà un’ulteriore diffusione del servizio. E’ uno strumento nuovo che i cittadini stanno conoscendo. Negli ultimi tempi, infine, i contribuenti hanno potuto avere anche altre informazioni attraverso LINKmate”.

Di che cosa si tratta?

“Stiamo effettuando il servizio “più differenzi, meno Tari”. Un servizio in base al quale i contribuenti che fanno la raccolta differenziata, utilizzando una bilancia pesa-rifiuti, hanno la possibilità di ottenere sconti sulla Tari. I cittadini possono acquisire informazioni sulle agevolazioni attraverso LINKmate. All’interno del portale è possibile verificare quanti crediti sono stati guadagnati”.

Quanti contribuenti ci sono a Ragusa?

“Per la Tari ci sono 35000 contribuenti. Dalla Tari ricaviamo 16 milioni di euro annui con cui copriamo integralmente i costi del servizio. Inoltre, entro il 31 dicembre daremo la possibilità ai contribuenti di pagare i tributi locali su LINKmate con PAGOPA”.  

I tagli del governo agli enti locali in che misura vi hanno penalizzato?

“Negli ultimi 3 o 4 anni ci sono stati molti tagli. Il Comune di Ragusa è stato molto penalizzato nel calcolo del Fondo di Solidarietà comunale. Ragusa versa 5milioni700mila euro al Fondo di Solidarietà e riceve in cambio 1milione200mila euro. In base agli indicatori del Mef legati allo stato di avanzamento dei servizi, i 5,7 milioni di Ragusa finiscono nel Fondo a finanziare altri Comuni. Perciò diamo una contribuzione elevata rispetto a quello che riceviamo. Ma siamo riusciti ad avere una piena autonomia finanziaria sulla base dei tributi locali e di una maggiore attenzione alla spesa”.

.