IMU Terreni Agricoli, rimborsi per chi ha pagato in più?

Tali terreni risultavano imponibili in base a quanto disposto dall’articolo 22, comma 2, del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 giugno 2014, n. 89, e del decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 28 novembre 2014, e che sono poi risultati esenti in virtù del dl 4/2015, i Comuni dovranno o restituire l’importo versato o consentire una compensazione con altri debiti tributari.

Il 25 febbraio sarà discusso alla Camera il decreto che nel caso in cui dovesse essere approvato, come sembra, farà felice numerosi contribuenti dopo il tortuoso inverno che hanno dovuto subire a causa dei continui cambiamenti sulla classifica dei terreni e sulle scadenze ultime per il pagamento dell’imposta sui terreni agricoli. 

La possibilità di restituzione o compensazione con altri tributi del dovuto versato sull’ IMU agricola si va ad aggiungere a quanto approvato qualche giorno fa, sempre in commissione finanze, relativamente alla possibilità di poter versare l’imposta sui terreni entro il 31 Marzo 2015 senza applicazione di interessi e sanzioni. Novità positive per i contribuenti finalmente stanno arrivando.

Leggi anche: