FAQs - abitazione,

L’imposta complessiva deve essere determinata con riferimento alle condizioni del titolare del diritto reale e successivamente ripartita tra quest’ultimo e l’occupante sulla base delle percentuali stabilite dal comune. In questo caso, ovviamente, si applicherà l’aliquota dell’abitazione principale.

Non esiste una distanza da prendere in considerazione, ma è necessario che siano destinate ed effettivamente utilizzate in modo durevole al servizio dell'abitazione principale.

 

In caso di immobile locato, la TASI complessivamente dovuta va calcolata con riferimento alle condizioni del titolare del diritto reale. Successivamente deve poi essere ripartita tra quest'ultimo e l'occupante, sulla base delle percentuale delle aliquote stabilite dal Comune. Questa percentuale può essere del 10%, 20% o 30%. Dal 2016 l'inquilino nulla più deve.

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.