Ultime notizie

L’ASSESSORE DI LECCO ANNA MAZZOLENI A RISCOTEL.IT: “GRAZIE A  LINKMATE I CITTADINI SONO INDIPENDENTI E IL COMUNE RISPARMIA TEMPO E PERSONALE”

L’ASSESSORE DI LECCO ANNA MAZZOLENI A RISCOTEL.IT: “GRAZIE A LINKMATE I CITTADINI SONO INDIPENDENTI E IL COMUNE RISPARMIA TEMPO...

20 Luglio 2017

“Con LINKmate il Comune favorisce l’autonomia dei cittadini nel settore dei tributi”. L’assessore al Bilancio del Comune di Lecco...

L’ASSESSORE AL BILANCIO DEL COMUNE DI LECCO AI CITTADINI: “UTILIZZATE LINKMATE ED EVITERETE DI PERDERE TEMPO AGLI SPORTELLI”

L’ASSESSORE AL BILANCIO DEL COMUNE DI LECCO AI CITTADINI: “UTILIZZATE LINKMATE ED EVITERETE DI PERDERE TEMPO AGLI SPORTELLI”

11 Luglio 2017

A Lecco si avvicina la scadenza della prima rata della Tari 2017 e l’amministrazione comunale ricorda ai contribuenti tutti...

AGENZIA DELLE ENTRATE, I TRIBUTI SPECIALI CATASTALI SI PAGANO ANCHE CON MODALITÀ ALTERNATIVE AI CONTANTI

AGENZIA DELLE ENTRATE, I TRIBUTI SPECIALI CATASTALI SI PAGANO ANCHE CON MODALITÀ ALTERNATIVE AI CONTANTI

09 Luglio 2017

Dal primo luglio 2017 le tasse ipotecarie ed i tributi speciali catastali si pagano anche con nuovi strumenti alternativi...

ESENZIONI IMU, NIENTE DICHIARAZIONI PER COLTIVATORI DIRETTI E IAP

ESENZIONI IMU, NIENTE DICHIARAZIONI PER COLTIVATORI DIRETTI E IAP

09 Luglio 2017

I coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola non devono presentare ai Comuni la dichiarazione...

Notizie

L' Advanced Systems Srl in collaborazione con l'Anutel si è posta l'obiettivo di supportare i Comuni al fine di dare un maggior aiuto ai propri contribuenti per il calcolo dell'IMU e della TASIAnche per l'anno d'imposta 2015 si consentirà agli Enti di inserire sul proprio sito istituzionale il banner personalizzato con cui è possibile accedere al nuovo servizio web CalcoloIUC 2015:

Il Sole 24 Ore nella sua edizione quotidiana ha messo in evidenza come anche nel 2015 i contribuenti possono utilizzare gli importi a credito risultanti dal 730 per il pagamento di tutte le imposte il cui versamento deve essere effettuato tramite il Modello F24. Di conseguenza queste eccedenze potranno essere utilizzate anche per pagare l'IMU e la TASI. In caso di compensazione il dipendente pero' non riceverà alcun rimborso da parte del proprio sostituto d'imposta nei mesi di luglio o di agosto.

Avere informazioni su cos'è l'ISCOP e in quali Comuni si paga è davvero difficile. L'elenco pubblicato dall' Agenzia delle Entrate sul proprio sito era fino a poco fa obsoleto e solo dopo la scadenza del 16 dicembre 2014 è stato aggiornato. I contribuenti quindi per sapere se bisognava pagare questo ulteriore balzello sono stati costretti a controllare sul sito istituzionale del Comune o a contattare l'ufficio tributi.

La provincia autonoma di Trento ha istituito per l'anno 2015 l'IMIS. La nuova imposta sarà pagata in tutti i Comuni del capoluogo trentino che, nell'ottica di evitare errori di calcolo, avranno l'obbligo di garantire e determinare per conto dei contribuenti la quota dell'imposta immobiliare semplice da versare.

Uno degli argomenti di maggiore discussione degli ultimi mesi in tema di tassazione locale è stata l'IMU Agricola. L'argomento è stato trattato anche dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi su Twitter dove ha rassicurato i contribuenti italiani che nel 2016 il Governo interverrà sull'argomento.

La Tasi è deducibile? E’ la domanda che molti contribuenti si pongono nel tentativo di ottenere un recupero fiscale, a fronte del pagamento dei tributi locali effettuato, ai fini della determinazione del reddito d’impresa.

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 4842 dell'11 marzo 2015 ha stabilito che ogni contribuente deve pagare l'ICI in base al valore di un'area edificabile dichiarato al Comune, anche nel caso in cui l'immobile abbia successivamente subito una riduzione di valore dovuta a variazioni urbanistiche. Questa regola vale anche per le dichiarazioni relative all'IMU e alla TASI.

L'Agenzia delle Entrate con la Risoluzione N.46/E del 24 Aprile 2014 ha reso noto i codici tributo da utilizzare per i versamenti del Tributo sui servizi indivisibili (TASI) con il Modello F24.

Al termine del Consiglio dei Ministri che ha discusso sulla bozza del Def che sarà approvato venerdì 10 aprile 2015 Matteo Renzi ed il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan hanno tenuto una conferenza stampa in cui hanno spiegato le linee guide che caratterizzano il documento che, tra le altre misure, dovrebbe prevedere anche l'introduzione della "Local Tax" a partire dal 2016.

Sul sito web dell'Agenzia delle Entrate sono presenti le istruzioni per compilare in maniera corretta il Modello F24 Semplificato. Tale modulo è stato messo a disposizione per agevolare tutti i contribuenti nel versamento e nella compensazione delle imposte erariali, regionali e degli enti locali, tra cui anche l'IMU, la TASI e la TARI.

La possibilità che dal 2016 entri in vigore la "Local tax" si fa sempre più concreta. Nel Documento di economia e finanza (Def) che sarà varato dal Governo entro il 10 aprile dovrebbe infatti essere prevista la volontà di riunire dal prossimo anno di imposta l'IMU, la TASI, l'addizionale comunale Irpef e altri tributi minori in un'unica tassa.

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.