Ultime notizie

IMU, L’AREA EDIFICABILE E’ PERTINENZIALE ANCHE SE NON VIENE DICHIARATA NELLA DENUNCIA

IMU, L’AREA EDIFICABILE E’ PERTINENZIALE ANCHE SE NON VIENE DICHIARATA NELLA DENUNCIA

19 Settembre 2017

L’area edificabile utilizzata come spazio di manovra e di stoccaggio per un capannone industriale è qualificata come pertinenziale ai...

GALLARATE, OLTRE 1500 CITTADINI HANNO GIA’ UTILIZZATO PAGOPA PER VERSARE L’IMPORTO DELLA TARI

GALLARATE, OLTRE 1500 CITTADINI HANNO GIA’ UTILIZZATO PAGOPA PER VERSARE L’IMPORTO DELLA TARI

07 Settembre 2017

A Gallarate più di 1500 contribuenti iscritti a LINKmate hanno pagato la prima rata della Tari 2017 utilizzando PagoPA,...

TRIBUTI, LE DELIBERE TARDIVE SONO VALIDE SOLO DALL'ANNO SUCCESSIVO

TRIBUTI, LE DELIBERE TARDIVE SONO VALIDE SOLO DALL'ANNO SUCCESSIVO

05 Settembre 2017

Le delibere sui tributi approvate dagli enti pubblici oltre il termine previsto dal bilancio di previsione non sono da...

AGENZIA DELLE ENTRATE, CEDOLARE CON RAVVEDIMENTO PER LA PROROGA NON COMUNICATA DI UN CONTRATTO DI LOCAZIONE

AGENZIA DELLE ENTRATE, CEDOLARE CON RAVVEDIMENTO PER LA PROROGA NON COMUNICATA DI UN CONTRATTO DI LOCAZIONE

03 Settembre 2017

Nel caso di una tardiva od omessa comunicazione della proroga di un contratto di locazione in regime di cedolare...

Con 272 si, 153 no e 15 astenuti è arrivato il via libera definito della Camera al decreto legge sull'IMU agricola. A Montencitorio sono stati bocciati tutti gli emendamenti al Dl 4/2015 proposti in questi giorni, cosicché si è arrivato alla conferma di un testo identico a quello approvato dal Senato.

Nessuna particolare novità dell'ultima ora dunque c'è stata. Riprendendo i criteri Istat nei Comuni montani l'IMU sui terreni non sarà così pagata, in quelli parzialmente montani si escludono solo i terreni posseduti da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali mentre nei comuni classificati non montani l'imposta si pagherà su tutti i terreni. Secondo Il Sole 24 Ore: "Rispetto alle vecchie regole, scritte nella circolare ministeriale del 1993, sono 1.601 i Comuni in cui si è persa l’esenzione, con un gettito aggiuntivo di 268,7 milioni di euro".

Un'importante novità introdotta nel decreto legge è sicuramente la possibilità di poter effettuare il pagamento sui terreni 2014 fino al 31 Marzo 2015 senza interessi e sanzioni, oltre la previsione secondo cui contribuenti potranno godere del diritto al rimborso, dopo esplicita richiesta, del dovuto pagato erroneamente sui terreni a causa dei continui cambiamenti normativi degli ultimi mesi.

Relativamente al pagamento 2015 - scrive Il Sole 24 Ore -  il decreto mette in campo l’esenzione per le "piccole isole" (Pantelleria, Ischia, Eolie e così via) e una detrazione da 200 euro per coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali proprietari di terreni che in base alla circolare del 1993 non pagavano.

La parola fine sull'IMU Agricola sembra così essere finalmente posta, ma in realtà non è così. Il Tar ha infatti messo in agenda la decisione nel merito per il 17 giugno, il giorno dopo la scadenza del pagamento dell'acconto 2015, con il rischio che, un'eventuale bocciatura, possa creare un vero e proprio caos tra rimborsi ai contribuenti e compensazioni ai Comuni.

Leggi anche:

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.