Ultime notizie

ANTIEVASIONE, POCHE SEGNALAZIONI AL FISCO DA PARTE DEI COMUNI

ANTIEVASIONE, POCHE SEGNALAZIONI AL FISCO DA PARTE DEI COMUNI

30 Settembre 2016

La collaborazione tra i Comuni e il Fisco nella lotta all’evasione fiscale, relativamente ai tributi erariali, non ha ancora...

LINKMATE, UNO STRUMENTO ESSENZIALE PER LA GESTIONE DEI TRIBUTI A BERGAMO

LINKMATE, UNO STRUMENTO ESSENZIALE PER LA GESTIONE DEI TRIBUTI A BERGAMO

15 Settembre 2016

Tra gli strumenti principali utilizzati dal Comune di Bergamo per la gestione dei servizi tributari, c'è LINKMATE. I dettagli...

IMU, PER L'OMESSA DICHIARAZIONE LA SANZIONE SCATTA OGNI ANNO

IMU, PER L'OMESSA DICHIARAZIONE LA SANZIONE SCATTA OGNI ANNO

13 Settembre 2016

La violazione dell'obbligo di dichiarazione Imu si ripete nel corso degli anni, fino a quando il contribuente non regolarizza...

IMU E TASI, IL PAGAMENTO E' PREVISTO ANCHE PER I TERRENI MOLTO PICCOLI

IMU E TASI, IL PAGAMENTO E' PREVISTO ANCHE PER I TERRENI MOLTO PICCOLI

11 Settembre 2016

Anche le aree senza le dimensioni minime per poter essere edificate sono soggette al pagamento di Imu e Tasi....

Calcola gli importi IMU e TASI 2016 e produci il modello f24 direttamente online in maniera semplice e veloce.

Il Milleproroghe è ufficialmente diventato legge con 156 voti a favore, 78 contrari e un astenuto. Il via libera dal Senato è arrivato senza particolari novità rispetto alle previsioni adottate il 16 febbraio scorso. In materia tributaria le disposizione di maggior rilievo sono sicuramente la proroga dell'IMUS e la disciplina sulla validità dei regolamenti e delle tariffe in materia di Tassa sui rifiuti (TARI) per l'anno 2014.

IMU SECONDARIA

L'IMU secondaria (IMUS) ufficialmente entrata in vigore dal primo gennaio 2015, è stata prorogata al 2016 mettendo così al sicuro da possibili contenziosi la riscossione di Tosap, Cosap e imposta sulla pubblicità. Il dipartimento Finanze aveva già chiarito con la risoluzione 1/2015 che in assenza del regolamento ministeriale attuativo, l'IMUS fosse inapplicabile. S'era così resa necessaria una norma di legge che sancisse lo slittamento che è così poi arrivata con il milleproroghe.  

TARI SENZA DELIBERA

Relativamente alla Tassa sui rifiuti del 2014 nel milleproroghe è presente un doppio intervento che si pone in aiuto dei numerosi Comuni che non avevano deliberato regolamenti e tariffe TARI in tempo. La legge ha previsto una sorta di sanatoria considerando valide le delibere approvate entro il 30 novembre scorso, mentre gli enti locali che non hanno approvato nulla entro tale data potranno effettuare la riscossione sulla base dei parametri stabiliti nel 2013. 

Leggi il testo completo: Decreto legge 31 dicembre 2014, n.192 approvato dalla Camera (Decreto legge milleproroghe)

 

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.