Ultime notizie

RIMINI, GLI F24 PER LA SECONDA RATA DELLA TARI SI SCARICANO SU LINKMATE

RIMINI, GLI F24 PER LA SECONDA RATA DELLA TARI SI SCARICANO SU LINKMATE

22 Settembre 2017

I contribuenti di Rimini possono accedere a LINKmate per scaricare i modelli F24 relativi alla Tari 2017. “Il 30...

IMU, L’AREA EDIFICABILE E’ PERTINENZIALE ANCHE SE NON VIENE DICHIARATA NELLA DENUNCIA

IMU, L’AREA EDIFICABILE E’ PERTINENZIALE ANCHE SE NON VIENE DICHIARATA NELLA DENUNCIA

19 Settembre 2017

L’area edificabile utilizzata come spazio di manovra e di stoccaggio per un capannone industriale è qualificata come pertinenziale ai...

GALLARATE, OLTRE 1500 CITTADINI HANNO GIA’ UTILIZZATO PAGOPA PER VERSARE L’IMPORTO DELLA TARI

GALLARATE, OLTRE 1500 CITTADINI HANNO GIA’ UTILIZZATO PAGOPA PER VERSARE L’IMPORTO DELLA TARI

07 Settembre 2017

A Gallarate più di 1500 contribuenti iscritti a LINKmate hanno pagato la prima rata della Tari 2017 utilizzando PagoPA,...

TRIBUTI, LE DELIBERE TARDIVE SONO VALIDE SOLO DALL'ANNO SUCCESSIVO

TRIBUTI, LE DELIBERE TARDIVE SONO VALIDE SOLO DALL'ANNO SUCCESSIVO

05 Settembre 2017

Le delibere sui tributi approvate dagli enti pubblici oltre il termine previsto dal bilancio di previsione non sono da...

Il Comune di Ginosa ha attivato PagoPa, il canale dei pagamenti della pubblica amministrazione, su LINKmate. Lo annuncia la funzionaria responsabile dell’ufficio Tributi dell’ente Anna Rizzi.

“È già attivo per la Tari- spiega la Rizzi- e la bollettazione è in corso. Abbiamo scelto la Tari per aiutare tutti i cittadini. Appena riceveranno le prossime bollette, tra 4 o 5 giorni, i contribuenti potranno utilizzare PagoPA. I cittadini possono pagare le due rate già scadute il 31 maggio e il 31 luglio oppure l’intero importo della Tari. Per PagoPA siamo in una fase di sperimentazione. Advanced Systems è il nostro partner tecnologico”. I contribuenti della Tari a Ginosa sono circa 14.000. Nel comune della provincia di Taranto utilizzano Linkmate, la piattaforma tecnologica del gruppo As. “Stiamo facendo i primi accreditamenti. Lo troviamo molto valido. Lo scopo è innanzitutto quello di aiutare l contribuenti a fare da casa operazioni che prima si facevano presso gli uffici comunali”, conclude la Rizzi.

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.