Ultime notizie

RIMINI, CHI RICEVE L’AVVISO TARI VIA MAIL O SU LINKMATE NON PAGA LE SPESE DI SPEDIZIONE

RIMINI, CHI RICEVE L’AVVISO TARI VIA MAIL O SU LINKMATE NON PAGA LE SPESE DI SPEDIZIONE

09 Agosto 2017

Il Comune di Rimini offre la possibilità ai contribuenti di ricevere l’avviso di pagamento della Tari via mail e...

IL COMUNE DI GINOSA: “PAGOPA È GIÀ ATTIVO PER 14000 CONTRIBUENTI”

IL COMUNE DI GINOSA: “PAGOPA È GIÀ ATTIVO PER 14000 CONTRIBUENTI”

03 Agosto 2017

Il Comune di Ginosa ha attivato PagoPa, il canale dei pagamenti della pubblica amministrazione, su LINKmate. Lo annuncia la...

Il Comune di Sorrento: “Il 35% degli albergatori usa il servizio PagoPa sulla piattaforma Tourist Tax, dopo soli tre mesi”

Il Comune di Sorrento: “Il 35% degli albergatori usa il servizio PagoPa sulla piattaforma Tourist Tax, dopo soli tre mesi”

01 Agosto 2017

“E’ un programma molto semplice e intuitivo che sta avendo un successo enorme”: Giulio Bifani, dirigente responsabile dell’Ufficio Tributi...

AGENZIA DELLE ENTRATE, IMPORTO AGEVOLATO PER I CONTRIBUENTI PER LE LITI TRIBUTARIE PENDENTI

AGENZIA DELLE ENTRATE, IMPORTO AGEVOLATO PER I CONTRIBUENTI PER LE LITI TRIBUTARIE PENDENTI

29 Luglio 2017

I contribuenti interessati a risolvere le controversie tributarie pendenti, in cui è coinvolta l’Agenzia delle Entrate, possono farlo entro...

“Tanti contribuenti ragusani hanno potuto evitare le file con l’utilizzo di LINKmate ed è un risultato molto positivo perché i cittadini non si sono riversati negli uffici”: l’assessore ai Tributi del Comune di Ragusa Stefano Martorana commenta così i dati sull’uso della piattaforma telematica, divulgati dallo stesso ente. “LINKmate- prosegue l’assessore- si è rivelato uno strumento molto utile soprattutto nel periodo della bollettazione, quando l’affluenza agli sportelli è più elevata”.

Assessore, tra tutte le funzionalità di LINKmate quale vi ha aiutato maggiormente?

“Anzitutto il fatto che oltre 1500 cittadini hanno potuto stampare gli F24 e pagare comodamente, evitando di recarsi presso gli uffici comunali. Inoltre, i contribuenti possono chiedere tutte le informazioni sui tributi. Lo stiamo utilizzando anche per Imu e Tasi. E i benefici li vedremo con il prossimo saldo. Anche se le informazioni chieste dai cittadini riguardano soprattutto la Tari, che è un tributo più articolato. Ci sono stati quasi 9000 accessi a LINKmate. Eppure il servizio è partito solo pochi mesi fa. Sono cifre che possiamo migliorare ancora. Il contribuente, dopo aver effettuato la registrazione, può sempre acquisire informazioni per il futuro. Promuoveremo ancora LINKmate con i canali di diffusione del Comune e così ci sarà un’ulteriore diffusione del servizio. E’ uno strumento nuovo che i cittadini stanno conoscendo. Negli ultimi tempi, infine, i contribuenti hanno potuto avere anche altre informazioni attraverso LINKmate”.

Di che cosa si tratta?

“Stiamo effettuando il servizio “più differenzi, meno Tari”. Un servizio in base al quale i contribuenti che fanno la raccolta differenziata, utilizzando una bilancia pesa-rifiuti, hanno la possibilità di ottenere sconti sulla Tari. I cittadini possono acquisire informazioni sulle agevolazioni attraverso LINKmate. All’interno del portale è possibile verificare quanti crediti sono stati guadagnati”.

Quanti contribuenti ci sono a Ragusa?

“Per la Tari ci sono 35000 contribuenti. Dalla Tari ricaviamo 16 milioni di euro annui con cui copriamo integralmente i costi del servizio. Inoltre, entro il 31 dicembre daremo la possibilità ai contribuenti di pagare i tributi locali su LINKmate con PAGOPA”.  

I tagli del governo agli enti locali in che misura vi hanno penalizzato?

“Negli ultimi 3 o 4 anni ci sono stati molti tagli. Il Comune di Ragusa è stato molto penalizzato nel calcolo del Fondo di Solidarietà comunale. Ragusa versa 5milioni700mila euro al Fondo di Solidarietà e riceve in cambio 1milione200mila euro. In base agli indicatori del Mef legati allo stato di avanzamento dei servizi, i 5,7 milioni di Ragusa finiscono nel Fondo a finanziare altri Comuni. Perciò diamo una contribuzione elevata rispetto a quello che riceviamo. Ma siamo riusciti ad avere una piena autonomia finanziaria sulla base dei tributi locali e di una maggiore attenzione alla spesa”.

.  

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.