Ultime notizie

AIRBNB, ECCO I CHIARIMENTI DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

AIRBNB, ECCO I CHIARIMENTI DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

12 Ottobre 2017

A quali contratti si applica la nuova disciplina sulle locazioni brevi, chi sono gli attori coinvolti, cosa devono fare...

LE TASSE SUGLI IMMOBILI SI PAGANO DALL'ACCATASTAMENTO

LE TASSE SUGLI IMMOBILI SI PAGANO DALL'ACCATASTAMENTO

09 Ottobre 2017

I fabbricati sono soggetti al pagamento dei tributi fin dal momento in cui risultano iscritti al catasto. Lo ha...

POZZUOLI, SCONTO DEL 15% SULLA TARI 2017

POZZUOLI, SCONTO DEL 15% SULLA TARI 2017

30 Settembre 2017

I contribuenti di Pozzuoli hanno ottenuto una netta riduzione della Tari, rispetto al 2016. E gli stessi contribuenti hanno...

TRIBUTI, LE SOMME DOVUTE AGLI ENTI LOCALI NON POSSONO PIU’ ESSERE INCASSATE DAI CONCESSIONARI

TRIBUTI, LE SOMME DOVUTE AGLI ENTI LOCALI NON POSSONO PIU’ ESSERE INCASSATE DAI CONCESSIONARI

27 Settembre 2017

Dal 1° ottobre prossimo i concessionari non potranno più incassare sui conti a loro intestati le somme dovute dai...

“LINKmate e SPID funzionano già insieme sul nostro portale”: il dirigente del servizio Informatica ed e-government del Comune di Verona Federico Brenzoni annuncia una novità per i contribuenti scaligeri già registrati a SPID. “Il sistema-aggiunge Brenzoni- è già partito la settimana scorsa”. Da venerdì 21 ottobre i cittadini in possesso delle credenziali rilasciate da SPID possono utilizzarle per accedere a LINKmate, lo sportello telematico di Advanced Systems. Una possibilità in più, dunque, per i contribuenti veronesi per visualizzare la loro situazione tributaria e per effettuare in pochi minuti dal loro Pc tutte le operazioni che prima richiedevano lunghe file presso gli uffici comunali. I contribuenti hanno la possibilità, accedendo a LINKmate dopo l'iscrizione alla piattaforma o con le credenziali SPID, di consultare tutti i versamenti effettuati, anno per anno, dei tributi comunali. Su LINKmate, inoltre, è possibile calcolare con pochi clic l'importo dell'Imu e della Tasi, per poi stampare l'F24 utile per i pagamenti. Oppure richiedere sgravi ed esenzioni, per la tassa sui rifiuti. I contribuenti possono anche consultare i loro dati anagrafici, con la possibilità di segnalare al Comune eventuali errori. E, nello stesso tempo, su LINKmate sono riportati i dati catastali relativi agli immobili di proprietà.

“Si invitano i signori contribuenti- si legge sul portale del Comune di Verona- a visitare lo sportello telematico LinkMate, raggiungibile dal link http://linkmate.comune.verona.it”. I contribuenti veronesi iscritti alla piattaforma telematica sono già circa 29000. Il numero più elevato di iscrizioni- oltre 10000- è stato calcolato tra il 15 maggio e il 15 giugno scorso, nei trenta giorni precedenti il versamento dell'acconto Imu.

“Il servizio, che si configura come uno sportello interattivo, gratuito e attivo 24 ore su 24, è in grado- si legge ancora sul portale del Comune scaligero- di dare la possibilità non solo al cittadino ma anche alle imprese, ai commercialisti, ai consulenti fiscali, ai C.A.A.F., ai patronati e alle associazioni di categoria, di dialogare direttamente con l'Amministrazione comunale per informazioni sullo stato dei pagamenti, visualizzando quelli eseguiti in precedenza. E' possibile calcolare l'imposta e l'eventuale ravvedimento operoso, stampare il modello F24 sia per l'IMU che per la TASI. Per accedere al servizio è necessario effettuare la connessione dell'utente digitando il proprio codice fiscale, la data e l'importo di un versamento eseguito in acconto o a saldo (è necessario inserire solo una delle due somme) oppure utilizzare l'utenza e la password rilasciate per i servizi on line del Comune di Verona - SportelloZero: http://egov.comune.verona.it/registration”.

Il binomio con SPID consente ora di accedere a LINKmate anche solo con le credenziali di SPID. Tutte le pubbliche amministrazioni, d'altronde, dovranno rendere i loro servizi accessibili per cittadini e imprese con un unico Pin- invece delle tante password attuali- tramite SPID, il sistema pubblico di identità digitale. Un accesso sicuro e protetto ai servizi digitali della PA e dei soggetti privati che aderiranno al progetto è l'obiettivo di SPID. Proprio quello che sta già facendo il Comune di Verona, uno dei primi enti che hanno aderito al sistema, anche grazie a LINKmate.

 

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.