Ultime notizie

AIRBNB, ECCO I CHIARIMENTI DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

AIRBNB, ECCO I CHIARIMENTI DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

12 Ottobre 2017

A quali contratti si applica la nuova disciplina sulle locazioni brevi, chi sono gli attori coinvolti, cosa devono fare...

LE TASSE SUGLI IMMOBILI SI PAGANO DALL'ACCATASTAMENTO

LE TASSE SUGLI IMMOBILI SI PAGANO DALL'ACCATASTAMENTO

09 Ottobre 2017

I fabbricati sono soggetti al pagamento dei tributi fin dal momento in cui risultano iscritti al catasto. Lo ha...

POZZUOLI, SCONTO DEL 15% SULLA TARI 2017

POZZUOLI, SCONTO DEL 15% SULLA TARI 2017

30 Settembre 2017

I contribuenti di Pozzuoli hanno ottenuto una netta riduzione della Tari, rispetto al 2016. E gli stessi contribuenti hanno...

TRIBUTI, LE SOMME DOVUTE AGLI ENTI LOCALI NON POSSONO PIU’ ESSERE INCASSATE DAI CONCESSIONARI

TRIBUTI, LE SOMME DOVUTE AGLI ENTI LOCALI NON POSSONO PIU’ ESSERE INCASSATE DAI CONCESSIONARI

27 Settembre 2017

Dal 1° ottobre prossimo i concessionari non potranno più incassare sui conti a loro intestati le somme dovute dai...

Tra gli strumenti principali utilizzati dal Comune di Bergamo per la gestione dei servizi tributari, c'è LINKMATE. I dettagli sull'uso del software e i benefici che ne derivano per i contribuenti bergamaschi vengono illustrati nella sezione del portale dello stesso Comune, contenente l'Agenda digitale, recentemente approvata dall'ente.

L'Agenda digitale ha una funzione essenziale, relativamente al coordinamento dello sviluppo digitale del Comune.

“Nel sito comunale- si legge in un estratto dell'Agenda- il cittadino trova un'ampia descrizione dei diversi servizi forniti, articolata essenzialmente per tipologia di tributo. Troviamo il contributo addizionale Irpef, con descrizione puntuale dei criteri per l'erogazione e delle modalità per richiederlo. Vi è poi la sezione dedicata alla IUC (imposta unica comunale), con articolazione tra IMU, TASI e TARI. E' a disposizione da tempo uno sportello telematico, basato sull’applicativo “Linkmate”, per il calcolo on line e stampa del modello F24, accedendo al sistema mediante il codice fiscale e i dati di un precedente versamento o mediante credenziali a seguito di registrazione. Attraverso il portale- prosegue l'Agenda Digitale- si può effettuare il calcolo dell’IMU, della TASI o di entrambi i tributi, digitando i dati catastali degli immobili (mappali, rendita, quota di possesso, mesi di possesso, storicità dell’immobile, ecc.), le eventuali detrazioni, i figli conviventi, gli acconti pagati eccetera”.

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.