Ultime notizie

ANTIEVASIONE, POCHE SEGNALAZIONI AL FISCO DA PARTE DEI COMUNI

ANTIEVASIONE, POCHE SEGNALAZIONI AL FISCO DA PARTE DEI COMUNI

30 Settembre 2016

La collaborazione tra i Comuni e il Fisco nella lotta all’evasione fiscale, relativamente ai tributi erariali, non ha ancora...

LINKMATE, UNO STRUMENTO ESSENZIALE PER LA GESTIONE DEI TRIBUTI A BERGAMO

LINKMATE, UNO STRUMENTO ESSENZIALE PER LA GESTIONE DEI TRIBUTI A BERGAMO

15 Settembre 2016

Tra gli strumenti principali utilizzati dal Comune di Bergamo per la gestione dei servizi tributari, c'è LINKMATE. I dettagli...

IMU, PER L'OMESSA DICHIARAZIONE LA SANZIONE SCATTA OGNI ANNO

IMU, PER L'OMESSA DICHIARAZIONE LA SANZIONE SCATTA OGNI ANNO

13 Settembre 2016

La violazione dell'obbligo di dichiarazione Imu si ripete nel corso degli anni, fino a quando il contribuente non regolarizza...

IMU E TASI, IL PAGAMENTO E' PREVISTO ANCHE PER I TERRENI MOLTO PICCOLI

IMU E TASI, IL PAGAMENTO E' PREVISTO ANCHE PER I TERRENI MOLTO PICCOLI

11 Settembre 2016

Anche le aree senza le dimensioni minime per poter essere edificate sono soggette al pagamento di Imu e Tasi....

Calcola gli importi IMU e TASI 2016 e produci il modello f24 direttamente online in maniera semplice e veloce.

La scadenza per l’inserimento da parte dei Comuni dei dati sulle certificazioni dei rimborsi ai cittadini, nel Portale del federalismo fiscale, è stata rimandata dal 27 giugno 2016 al 30 gennaio 2017. Lo rende noto la Direzione Legislazione Tributaria e Federalismo Fiscale del Dipartimento delle Finanze.

“Provengono numerose segnalazioni- si legge nella circolare N.3/DF del 21 giugno 2016- in ordine alle difficoltà incontrate dai Comuni a inserire nel Portale del federalismo fiscale, entro il termine del 27 giugno 2016, i dati relativi alle istruttorie già concluse concernenti la procedura di riversamento, rimborso e regolazione contabile relativa ai tributi locali di cui all’art. 1, commi da 722 a 727, della legge 27 dicembre 2013, n. 147, di seguito denominata “Certificazione rimborsi al cittadino”. Si ricorda che il comma 2 dell’art. 7 del decreto 24 febbraio 2016 del Ministro dell'economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dell'interno, dispone che, in sede di prima applicazione della procedura in questione, gli enti locali inviano i dati relativi alle istruttorie già concluse entro sessanta giorni dalla data in cui è resa disponibile la relativa applicazione sul Portale del federalismo fiscale. Nella Circolare n. 1/DF del 14 aprile 2016 è stato comunicato che l’applicazione relativa alla procedura in oggetto sarebbe stata resa disponibile sul Portale del federalismo fiscale a partire dal 28 aprile 2016 e che, pertanto, i dati relativi alle istruttorie già concluse avrebbero dovuto essere inseriti nel Portale stesso entro il prossimo 27 giugno 2016”. Ma per l’applicativo si sono resi necessari degli aggiornamenti per poter adeguare la procedura “Certificazione rimborsi al cittadino”. In questo modo si potranno risolvere le criticità emerse nell’inserimento dei dati da parte dei Comuni. “Atteso che entro il 30 novembre 2016- si legge ancora nella circolare N.3/DF del Mef- gli aggiornamenti in parola saranno gradualmente completati, il termine del 27 giugno 2016, di cui alla predetta Circolare n. 1/DF del 2016, è conseguentemente differito al 30 gennaio 2017”.

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.