Ultime notizie

RAGUSA, I PROFESSIONISTI POTRANNO CONSULTARE I DATI DEI LORO CLIENTI SU LINKMATE

RAGUSA, I PROFESSIONISTI POTRANNO CONSULTARE I DATI DEI LORO CLIENTI SU LINKMATE

26 Marzo 2017

Il Comune di Ragusa ha presentato LINKmate ai professionisti abilitati all'assistenza fiscale ed ai CAF.Tassa sui Servizi IndivisibiliImposta Municipale...

RAGUSA, L'IMPOSTA DI SOGGIORNO VIENE GESTITA FACILMENTE ONLINE CON TOURIST TAX

RAGUSA, L'IMPOSTA DI SOGGIORNO VIENE GESTITA FACILMENTE ONLINE CON TOURIST TAX

26 Marzo 2017

Con Tourist Tax gli operatori turistici possono comunicare rapidamente al Comune il numero di presenze ed il relativo gettito...

EQUITALIA, ECCO IL VADEMECUM PER ADERIRE ALL’ISTANZA DI DEFINIZIONE AGEVOLATA

EQUITALIA, ECCO IL VADEMECUM PER ADERIRE ALL’ISTANZA DI DEFINIZIONE AGEVOLATA

23 Marzo 2017

Le domande per aderire alla definizione agevolata si susseguono ininterrottamente. Ma sulle norme che la riguardano gli addetti ai...

AGENZIA DELLE ENTRATE, RAVVEDIMENTO OPEROSO CON SANZIONI RIDOTTE PER CHI DIMENTICA DI PRESENTARE L'F24 A SALDO ZERO

AGENZIA DELLE ENTRATE, RAVVEDIMENTO OPEROSO CON SANZIONI RIDOTTE PER CHI DIMENTICA DI PRESENTARE L'F24 A SALDO ZERO

20 Marzo 2017

I contribuenti che compensano crediti e imposte e presentano in ritardo il modello F24 a saldo zero possono mettersi...

A due settimane dalla scadenza del versamento dell'acconto Imu e Tasi 2016, i Comuni sono alle prese con i calcoli sul mancato gettito rispetto al 2015. Per molti municipi i conti non tornano. La nuova tassazione immobiliare è al centro della chiacchierata con Luigi Giordano, dirigente della Direzione Coordinamento Entrate del Comune di Pozzuoli. Un'occasione per ascoltare il parere di un esperto sempre molto preciso nelle sue analisi e tranchant nelle argomentazioni. 

Dottor Giordano, il 16 giugno è vicino. Le novità introdotte da quest'anno la convincono?

“Per i contribuenti c'è una riduzione del carico fiscale ma bisognerebbe allargare il discorso”.

Allora soffermiamoci prima sui Comuni.

“I Comuni non hanno avuto un ristoro integrale per la perdita di gettito. Si è capito già quando sono stati pubblicati i dati del Fondo di Solidarietà. In realtà i dati reali li avremo dopo i pagamenti di giugno e dicembre, ma non dovremmo discostarci da quello che ho detto. L'Anci si è lamentata ma il Ministero ha risposto che bisogna aspettare il gettito reale e poi si vedrà. E i Comuni hanno avuto molte difficoltà ad approvare i bilanci. Per gli imbullonati, la perdita dei Comuni sarà di circa 450 milioni di euro. Lo Stato, per ora, ne ha stanziati solo 155. Dopo il 30 settembre il Mef pubblicherà i dati sulla variazione delle rendite catastali e allora sapremo”.

Per il Comune di Pozzuoli a quanto ammonta il mancato ristoro?

“Siamo a circa 390 mila euro per la Tasi sull'abitazione principale. Per l'Imu, tra comodati e imbullonati, il mancato gettito è di circa 120 mila euro. Le differenze riguardano tutti i Comuni”.

I trasferimenti erariali non la convincevano qualche tempo fa. E' ancora di questo parere?

“Confermo il mio giudizio. I trasferimenti erariali da parte dello Stato penalizzano i Comuni virtuosi. Quelli che avevano tenuto basse le aliquote avranno meno trasferimenti. Inoltre, con il blocco degli aumenti dei tributi non si possono aumentare le risorse. Lo Stato interviene nuovamente sui tributi comunali, partendo da concetti sbagliati”.

E per i contribuenti?

“Indubbiamente si pagherà di meno con le nuove norme. Ma il governo da dove li ha presi i soldi? Ha fatto deficit, aumentando il debito pubblico. E allora il cittadino non paga ma si indebita. In pratica, è aumentato un poco il debito di tutti”.

Le norme sui comodati fanno discutere.

“Bisogna possedere un solo immobile per poter godere dell'agevolazione. Il Mef l'ha interpretata dicendo che un immobile significa abitazione. I Comuni, invece, dicono correttamente che immobile significa immobile e quindi anche un negozio, un box auto e così via. L'interpretazione del ministero creerà molti contenziosi”.

E sulla futura abolizione di Equitalia che idea si è fatto?

“Si chiamerà in un altro modo, ma ci sarà un'altra società di riscossione che farà sempre lo stesso mestiere”.  

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.