Ultime notizie

VERONA, PER IMU E TASI 2017 GIA’ PRODOTTI 5000 F24 SU LINKMATE

VERONA, PER IMU E TASI 2017 GIA’ PRODOTTI 5000 F24 SU LINKMATE

25 Maggio 2017

La scadenza dell’acconto Imu e Tasi 2017 si avvicina. I Comuni si organizzano in vista del pagamento del 16...

IL SINDACO DI CASSINO D’ALESSANDRO: “LINKMATE E PAGOPA DEVONO ESSERE UTILIZZATI DA TUTTI I CITTADINI”

IL SINDACO DI CASSINO D’ALESSANDRO: “LINKMATE E PAGOPA DEVONO ESSERE UTILIZZATI DA TUTTI I CITTADINI”

23 Maggio 2017

Il sindaco di Cassino Carlo Maria D'Alessandro ha presentato LINKmate e PagoPa alla cittadinanza in un incontro pubblico, cui...

CASSINO, IL COMUNE SCEGLIE LINKMATE E PAGOPA

CASSINO, IL COMUNE SCEGLIE LINKMATE E PAGOPA

19 Maggio 2017

Sul portale del Comune di Cassino è già operativo LINKmate, lo sportello telematico di Advanced Systems.Tassa sui Servizi IndivisibiliImposta...

AL COMUNE DI GALLARATE BOOM DI PAGAMENTI ONLINE DELLA TARI 2017- OLTRE 500 CONTRIBUENTI HANNO EFFETTUATO IL VERSAMENTO CON PAGOPA NELLA PRIMA SETTIMANA

AL COMUNE DI GALLARATE BOOM DI PAGAMENTI ONLINE DELLA TARI 2017- OLTRE 500 CONTRIBUENTI HANNO EFFETTUATO IL VERSAMENTO CON PAGO...

06 Maggio 2017

A Gallarate i contribuenti Tari iscritti a LINKmate hanno ricevuto sulla loro casella di posta elettronica un avviso riguardante...

Una riduzione del costo della Tari per i contribuenti che utilizzano il portale telematico del Comune attraverso Linkmate, il software di Advanced Systems che consente ai cittadini di realizzare da casa, con pochi clic, tutte le operazioni che, di solito, vengono effettuate solo dopo lunghe file presso gli uffici degli enti. E' un'iniziativa del Comune di Melfi, tra i primi a disporre un incentivo economico finalizzato all'uso degli strumenti informatici. L'assessore alle Finanze Sandro Panico ci illustra la novità.

“Abbiamo deciso di introdurre- annuncia Panico- un incentivo di 5 euro per i contribuenti che si mettono nelle condizioni di usufruire del servizio. Il beneficio sarà erogato sotto forma di riduzione della tariffa rifiuti, perché è il mezzo più veloce e diretto con cui poterlo erogare”. Che cosa dovranno fare i cittadini per ottenere l'incentivo? “Molto semplice. Dovranno registrarsi- riprende l'assessore Panico- al portale comunale in via telematica, fornendo un indirizzo di posta elettronica valido. Per le imprese, deve essere un indirizzo di posta elettronica certificata, ma non si tratta di un aggravio, perché la posta elettronica certificata è un requisito obbligatorio ormai per tutte le imprese. I contribuenti avranno accesso alla loro posizione contributiva da casa e potranno verificare facilmente tutti i loro dati fiscali, confermandone la correttezza”. L'innovazione, nei piani dell'amministrazione, si tradurrà in numerosi vantaggi tanto per i cittadini quanto per il Comune stesso. “Per l'amministrazione- spiega l'assessore- c'è anzitutto un risparmio perché, pur erogando un contributo di 5 euro, si eviteranno le spese postali e di spedizione. Il cittadino riceverà, dopo aver trasmesso un indirizzo di posta elettronica, la lettera contenente il bollettino per il pagamento della tassa dei rifiuti per via telematica, anziché per posta ordinaria. E i vantaggi economici saranno molto superiori con il risparmio di tempo e di organizzazione, nonché di immediato recupero di gettito, attraverso la lotta all’evasione”.

L'utilizzo di Linkmate, di cui fruiscono già numerosi Comuni, ha determinato per Melfi notevoli progressi anche sotto questo profilo. “La possibilità di avere finalmente banche-dati informatizzate- prosegue l'assessore- ha consentito, con l’invio di semplici questionari, di correggere errori e recuperare gettito. Tutto funziona meglio. I contribuenti chiamati a riallineare i propri dati hanno aderito spontaneamente. Questo è un altro elemento che si tradurrà in un'ulteriore riduzione della tariffa”.

Lo strumento informatico ha una duplice funzione. Anzitutto, quella di consentire ai cittadini di effettuare facilmente, e con pochi clic, il versamento dei tributi. E, nello stesso tempo, “quella di verificare- si legge nella delibera del consiglio comunale di Melfi, relativa alla variazione al regolamento Iuc nella componente Tari- la correttezza delle registrazioni eseguite dall’ufficio Tributi senza doversi recare fisicamente agli sportelli dell’ente”. I benefici offerti dallo sportello telematico vengono confermati in un altro paragrafo. “Il servizio di gestione dei tributi- si legge nella stessa delibera- è eseguito con software, costituito da un’infrastruttura informatica idonea a consentire ai contribuenti di interrogare i dati relativi alla propria posizione debitoria nei confronti dell’Ente in modo completo, semplice ed interattivo, in relazione alle comunicazioni di inizio o variazione dei dati rilevanti per la posizione tributaria”. 

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.