Ultime notizie

VERONA, PER IMU E TASI 2017 GIA’ PRODOTTI 5000 F24 SU LINKMATE

VERONA, PER IMU E TASI 2017 GIA’ PRODOTTI 5000 F24 SU LINKMATE

25 Maggio 2017

La scadenza dell’acconto Imu e Tasi 2017 si avvicina. I Comuni si organizzano in vista del pagamento del 16...

IL SINDACO DI CASSINO D’ALESSANDRO: “LINKMATE E PAGOPA DEVONO ESSERE UTILIZZATI DA TUTTI I CITTADINI”

IL SINDACO DI CASSINO D’ALESSANDRO: “LINKMATE E PAGOPA DEVONO ESSERE UTILIZZATI DA TUTTI I CITTADINI”

23 Maggio 2017

Il sindaco di Cassino Carlo Maria D'Alessandro ha presentato LINKmate e PagoPa alla cittadinanza in un incontro pubblico, cui...

CASSINO, IL COMUNE SCEGLIE LINKMATE E PAGOPA

CASSINO, IL COMUNE SCEGLIE LINKMATE E PAGOPA

19 Maggio 2017

Sul portale del Comune di Cassino è già operativo LINKmate, lo sportello telematico di Advanced Systems.Tassa sui Servizi IndivisibiliImposta...

AL COMUNE DI GALLARATE BOOM DI PAGAMENTI ONLINE DELLA TARI 2017- OLTRE 500 CONTRIBUENTI HANNO EFFETTUATO IL VERSAMENTO CON PAGOPA NELLA PRIMA SETTIMANA

AL COMUNE DI GALLARATE BOOM DI PAGAMENTI ONLINE DELLA TARI 2017- OLTRE 500 CONTRIBUENTI HANNO EFFETTUATO IL VERSAMENTO CON PAGO...

06 Maggio 2017

A Gallarate i contribuenti Tari iscritti a LINKmate hanno ricevuto sulla loro casella di posta elettronica un avviso riguardante...

La prima rata dell'Imu agricola 2015 potrà essere versata entro il 30 ottobre senza interessi e sanzioni. A stabilirlo è un emendamento al decreto enti locali (dl 78/2015) approvato dalla Commissione Bilancio del Senato. Prorogata dunque, solo per i terreni agricoli, la possibilità di effettuare il pagamento dell'imposta municipale propria senza costi aggiuntivi oltre la data del 16 giugno.

La proroga della scadenza della prima rata sull'Imu agricola 2015 è stata approvata a seguito del caos dello scorso anno sui terreni agricoli che ha trovato una conclusione con il fissare il termine del 10 febbraio 2015 come data ultima per pagare l'Imu 2014 e con la relativa proroga fino al 31 marzo. Si rischiava dunque di dover chiamare alla cassa i possessori di terreni dopo nemmeno 3 mesi dall'ultimo versamento (cosa che di fatto è successa finora).

Con l'emendamento al decreto enti locali (dl 78/2015) a questa categoria di contribuenti si è voluto dare maggior respiro (anche se arrivato dopo più di un mese dalla scadenza di giugno) e offrire maggior tempo per meglio recepire le novità sull'Imu agricola introdotte dal dl 4/2015 per l'anno d'imposta 2015, tra cui la detrazione fino a 200 euro a favore dei Comuni appartenenti alla categoria denominata "collina svantaggiata".

La proroga fino al 30 ottobre riguarda naturalmente tutti i proprietari di terreni, anche quelli situati in Comuni di pianura, e non solo quelli coinvolti dal recente cambio di regole. 

Leggi anche:

 

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.