Ultime notizie

EQUITALIA, ECCO IL VADEMECUM PER ADERIRE ALL’ISTANZA DI DEFINIZIONE AGEVOLATA

EQUITALIA, ECCO IL VADEMECUM PER ADERIRE ALL’ISTANZA DI DEFINIZIONE AGEVOLATA

23 Marzo 2017

Le domande per aderire alla definizione agevolata si susseguono ininterrottamente. Ma sulle norme che la riguardano gli addetti ai...

AGENZIA DELLE ENTRATE, RAVVEDIMENTO OPEROSO CON SANZIONI RIDOTTE PER CHI DIMENTICA DI PRESENTARE L'F24 A SALDO ZERO

AGENZIA DELLE ENTRATE, RAVVEDIMENTO OPEROSO CON SANZIONI RIDOTTE PER CHI DIMENTICA DI PRESENTARE L'F24 A SALDO ZERO

20 Marzo 2017

I contribuenti che compensano crediti e imposte e presentano in ritardo il modello F24 a saldo zero possono mettersi...

AGENZIA DELLE ENTRATE, GLI AVVISI DI ACCERTAMENTO SARANNO NOTIFICATI AI CONTRIBUENTI VIA PEC

AGENZIA DELLE ENTRATE, GLI AVVISI DI ACCERTAMENTO SARANNO NOTIFICATI AI CONTRIBUENTI VIA PEC

20 Marzo 2017

Dal 1° luglio 2017 gli avvisi di accertamento e gli altri atti emessi dall'Agenzia delle Entrate potranno essere notificati...

CalcoloIUC 2017 è online: si può calcolare il dovuto Imu-Tasi anche per il nuovo anno d'imposta

CalcoloIUC 2017 è online: si può calcolare il dovuto Imu-Tasi anche per il nuovo anno d'imposta

14 Marzo 2017

Anche nel 2017 continua la collaborazione tra Advanced Systems Srl e Anutel per supportare i Comuni al fine di...

La prima rata dell'Imu agricola 2015 potrà essere versata entro il 30 ottobre senza interessi e sanzioni. A stabilirlo è un emendamento al decreto enti locali (dl 78/2015) approvato dalla Commissione Bilancio del Senato. Prorogata dunque, solo per i terreni agricoli, la possibilità di effettuare il pagamento dell'imposta municipale propria senza costi aggiuntivi oltre la data del 16 giugno.

La proroga della scadenza della prima rata sull'Imu agricola 2015 è stata approvata a seguito del caos dello scorso anno sui terreni agricoli che ha trovato una conclusione con il fissare il termine del 10 febbraio 2015 come data ultima per pagare l'Imu 2014 e con la relativa proroga fino al 31 marzo. Si rischiava dunque di dover chiamare alla cassa i possessori di terreni dopo nemmeno 3 mesi dall'ultimo versamento (cosa che di fatto è successa finora).

Con l'emendamento al decreto enti locali (dl 78/2015) a questa categoria di contribuenti si è voluto dare maggior respiro (anche se arrivato dopo più di un mese dalla scadenza di giugno) e offrire maggior tempo per meglio recepire le novità sull'Imu agricola introdotte dal dl 4/2015 per l'anno d'imposta 2015, tra cui la detrazione fino a 200 euro a favore dei Comuni appartenenti alla categoria denominata "collina svantaggiata".

La proroga fino al 30 ottobre riguarda naturalmente tutti i proprietari di terreni, anche quelli situati in Comuni di pianura, e non solo quelli coinvolti dal recente cambio di regole. 

Leggi anche:

 

Riscotel utilizza cookies per le sessioni utente e le funzionalità di analisi. Continuando ad utilizzare Riscotel accetti l'utilizzo dei cookies.